Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

SCARICARE WINABC 5.0 GRATIS

Posted on Author Kajijar Posted in Antivirus


    Gioco di WinABC qui è possibile scaricare il giochino che era contenuto nella versione di WinABC. Il gioco può essere installato liberamente sui computer. winabc download Gratis download software a UpdateStar -. Accelerare i download fino a 5 volte, programma download, recuperare e riprendere i download. winabc download free Gratis download software a UpdateStar -. Accelerare i download fino a 5 volte, programma download, recuperare e riprendere i. WinABC è un software per la lettura temporizzata di testi con WinABC. Oltre all'​App completa, si può scaricare anche versione “Lite” gratuita.

    Nome: winabc 5.0 gratis
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 68.75 Megabytes

    This app hasn't received any reviews and votes yet! Da oltre dodici anni, diverse versioni dell'Applicazione vengono utilizzate da un elevato numero di lettori, piccoli e non. Grazie alla semplicità di uso e ai risultati ottenuti, il metodo WinABC è ormai considerato un punto di riferimento nel trattamento dei disturbi della lettura. Nell'App, il contenuto di un testo scelto dal Lettore viene scandito in sillabe o in parole e presentato nella pagina elemento per elemento, con persistenza automatica regolabile o controllata manualmente.

    Tutti i parametri di ogni esercizio di lettura tipo e dimensioni del testo, interlinea, evidenziazione ecc. I dati e i risultati degli esercizi vengono salvati in modo automatico e possono essere visualizzati ed esportati.

    Registrazione Item: Informare il soggetto che si far una prova di memoria intenzionale. Pronunciare le tre parole casa, pane, gatto con un intervallo di 1 sec. Si chiede di ripetere le parole.

    Se il soggetto non in grado di ripeterle tutte al primo tentativo, ripeterli nuovamente finch non li abbia imparati. Si registra sul protocollo il numero di tentativi fatti dal soggetto per ripetere correttamente le tre parole.

    Punteggio: 1 punto per ogni nome correttamente pronunciato dopo la prima ripetizione. Range: 3. Attenzione e calcolo sistema esecutivo centrale, componente della working memory Item: 3a Si chiede al soggetto di fare delle sottrazioni di 7 partendo da Fermarlo dopo 5 sottrazioni.

    E permessa una sola ripetizione dellistruzione dopo la prima risposta Per ogni ulteriore ripetizione dellistruzione o per loblio del risultato dellultima sottrazione si assegna un punteggio pari a 0, anche se la sua risposta corretta.

    Se il soggetto non in grado di eseguire la prova per discalculia, aspettare un tempo sufficiente prima di passare alla prova successiva distraendolo e assegnare 0 come punteggio. E prima di quella cosa c?. Per ogni ulteriore aiuto anche se la risposta corretta assegnare 0 come punteggio. Punteggio: 1 punto per ogni sottrazione corretta anche se la precedente sbagliata o scansione esatta.

    Si considera la prova sottrazione o scansione al contrario in cui il soggetto ha ottenuto il punteggio pi alto. Range: 4. Rievocazione Item: Si chiede di ricordare le tre parole casa, pane, gatto precedentemente ripetute. Punteggio: 1 punto per ogni parola ripetuta correttamente.

    Range: 5. Linguaggio Denominazione Item: Si chiede al soggetto di denominare ciascuno dei due oggetti matita e orologio dopo averglieli mostrati. Non sono accettabili circonlocuzioni, mentre lo sono i termini dialettali precisi.

    iWinABC Lite

    Non permesso alcun tipo di aiuto. Il soggetto se lo desidera pu prendere loggetto in mano. Punteggio: 1 punto per ogni corretta denominazione. Range: Ripetizione Item: Si chiede al soggetto di ripetere la frase Non c se n ma che tenga.

    Se il soggetto non riesce a ripetere questa frase si chiede di ripetere la frase pi semplice Tigre contro tigre. E permesso un solo tentativo di ripetizione. Dislessia Invertire le lettere ah al posto va Non riconoscere i suoni simili Da un punto di vista clinico, la dislessia si manifesta attraverso una minore correttezza e rapidità della lettura ad alta voce rispetto a quanto atteso per età anagrafica, classe frequentata, istruzione ricevuta.

    Risultano più o meno deficitarie la lettura di lettere, di parole e non-parole, di brani. Tale considerazione è utile per l'individuazione di eventuali segnali anticipatori, fin dalla scuola dell'infanzia. Dislessia - TAG Dislessia: etimologia e storia Il termine dislessia deriva dal greco ed è formato da dys, che significa mancante o inadeguato e lexis che significa parola o linguaggio, quindi sarà tradotto come linguaggio mancante o inadeguato.

    Si tratta di una patologia relativamente giovane perché solo nello scorso secolo compare per la prima volta in ambito medico ad opera di Hinshelwood che scrisse un intero trattato su un caso di un ragazzo affetto da questo deficit. Precedentemente, tutti consideravano questa incapacità come imputabile alla sfera del linguaggio intesa in termini di incapacità di produzione linguistica o legata a ritardo mentale.

    Ancora, in ogni caso, nell'immaginario collettivo questo deficit è associato a scarse capacità cognitive e intellettive. Niente di più falso, infatti i dislessici sono persone molto dotate; molte menti brillanti, che hanno segnato la nostra storia, erano e sono affette da tale patologia: Leonardo da Vinci, Albert Einstein, Alexander Graham Bell, Thomas Edison, Winston Churchill, Benjamin Franklin, John F.

    Il dislessico, dunque, è una persona con una mente molto produttiva e creativa, altamente intelligente, che apprende diversamente dalle altre persone. I sintomi della dislessia La dislessia è un disturbo a carattere neurobiologico, che contraddistingue quei bambini che, nonostante abbiano uno sviluppo tipico, non acquisiscono o faticano ad acquisire una lettura fluente e accurata in termini di velocità e correttezza.

    Nello specifico, i sintomi della dislessia riguardano la difficoltà a riconoscere le lettere, i segni dell'ortografia, le regole di conversione da grafemi a suono e nella costruzione di singoli suoni in parole, in maniera automatica. A differenza di chi è in ritardo nell'acquisire la lettura, per un bambino con dislessia tale processo rimarrà lento e faticoso anche col procedere della scolarizzazione.

    E' possibile porre diagnosi di dislessia a partire dalla fine della seconda classe della primaria.

    La diagnosi di dislessia serve agli insegnanti e ai genitori, per riuscire a comprendere le strategie, le misure didattiche ed il trattamento da adottare per quel particolare bambino o ragazzo.

    Messaggio pubblicitario Per fare diagnosi di dislessia ci si riferisce ai principali sistemi diagnostici internazionali DSM IV-TR, ICD10 e, in modo particolare in ambito italiano, alle 'Raccomandazioni per la pratica clinica definite con il metodo della Consensus Conference' promossa nel dalle principali società scientifiche e associazioni italiane e alle indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità del Strumenti di valutazione della dislessia "La valutazione delle singole abilità deve prevedere l'utilizzo di prove standardizzate che esaminano la lettura in alcune delle sue forme principali e, in particolare, ottenendo misure relative ad accuratezza e velocità nella lettura di parole, non-parole e brano " Cornoldi, C.

    Linee guida per la diagnosi dei profili di dislessia e disortografia previsti dalla legge invito a un dibattito. Utilizzata per valutare l'intelligenza come un insieme di abilità molteplici nei bambini tra i 6 e gli 11 anni, la WISC-IV si compone di 15 subtest 10 principali e 5 supplementari. In linea generale il quoziente intellettivo totale ha una media di punteggio pari a con una deviazione standard pari a 15 per cui la fascia di normalità va da un minimo di 85 a un massimo di Un discorso a parte riguarda i casi di borderline cognitivo anche detto FIL funzionamento intellettivo limite ovvero sia quei bambini che ottengono punteggi compresi tra 70 e 85, in questi casi è più informativo ottenere il profilo di funzionamento cognitivo globale del soggetto.

    Una volta appurato il livello intellettivo generale, si possono utilizzare test specifici per valutare gli apprendimenti.

    Molto più che documenti.

    È bene specificare che in linea generale e soprattutto ad una prima valutazione, anche se il caso si presenta come sospetta dislessia è buona prassi valutare anche la scrittura e il calcolo. Volendo concentrarci sulla dislessia le prove maggiormente utilizzate sono prove di lettura di brano, parole e non parole oltre a prove di comprensione del testo la prova di comprensione del testo non è necessaria a fini diagnostici ma fornisce informazioni utili circa il funzionamento globale.

    Sicuramente il gruppo di ricerca padovano del prof. Cesare Cornoldi ha svolto un grande lavoro nel creare un test utile ad indagare proprio questi aspetti, sono infatti suoi i test maggiormente utilizzati nella valutazione della dislessia, qui se ne descrivono alcuni. Prove MT-3 Cornoldi, Colpo, Carretti, : permettono di valutare la lettura in tutte le classi della scuola primaria e secondaria di primo grado esistono prove anche per le scuole superiori: Prove MT Avanzate-3 e Prove MT I testi presentati sono differenti, in termini di complessità, in base alla classe di riferimento: per ogni classe è prevista una prova di ingresso ad eccezione della classe prima della scuola primaria e una prova finale, in aggiunta per alcune classi sono previste anche prove intermedie.

    Le variabili che il clinico considera in modalità di somministrazione individuale sono la correttezza, valutabile con il numero di errori compiuti durante la lettura, e la velocità di lettura, valutando le sillabe lette al secondo mentre la comprensione del brano è valutata in modalità di somministrazione collettiva. DDE-2 Batteria per la valutazione della dislessia e della disortografia evolutiva Sartori, Job, Tressoldi, : si tratta in realtà di una batteria per la valutazione non solo della dislessia ma anche della disortografia.

    La batteria, in riferimento all'analisi del processo di lettura, è composta da prove riguardanti la lettura di liste di parole, non parole e frasi omofone non omografe.

    R. Carnevale Elementi di valutazione e trattamento dei disturbi dell

    La lettura delle liste presentate è utile in quanto permette di valutare la lettura lessicale e fonologica delle parole, capire a chi livello si colloca il deficit di lettura e categorizzare la dislessia. Seppur la diagnosi di dislessia non possa giungere prima della fine della seconda elementare, la ricerca ha identificato una serie di prerequisiti necessari allo sviluppo delle future abilità accademiche.

    Terreni, Tretti, Corcella, Cornoldi, Tressoldi, Prima di concludere, è importante soffermarsi a riflettere sul fatto che, oltre alle abilità dominio specifiche, sono importanti anche le abilità trasversali che è utile valutare per ottenere un quadro clinico completo del profilo di funzionamento globale del bambino.

    Esse sono, per citarne alcune, la memoria, l'attenzione e le funzioni esecutive. Batteria per la valutazione della memoria visiva e spaziale. Mammarella, Toso, Pazzaglia, Cornoldi, Le funzioni esecutive invece sono misurabili, tra le altre, tramite prove di pianificazione Test TOL. Torre di Londra. Fancello, Vio, Cianchetti, e di inibizione alcuni esempi di test che valutano l'abilità sono: il test di stroop anche in versione numerica e il test delle ranette.

    Dislessia e DSM V Secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali 5 DSM 5, , per formulare la diagnosi di dislessia è necessario: Avere un livello di lettura, misurato da test standardizzati, sulla performance, sulla velocità o sulla comprensione della lettura, al di sotto di quanto previsto in base all'età cronologica del soggetto, alla valutazione psicometrica dell'intelligenza e a un'istruzione adeguata rispetto all'età. Che il deficit riscontrato interferisca in modo significativo con l'apprendimento scolastico o con le attività quotidiane che richiedono capacità di lettura.

    Se presente un deficit sensoriale, le difficoltà di lettura devono andare al di là di quelle solitamente associate al deficit in questione. Differenziare le normali variazioni nelle abilità di lettura dalla dislessia. Quindi, la diagnosi di dislessia avviene quando il soggetto mostra capacità di lettura e scrittura sostanzialmente inferiori per età anagrafica, quoziente intellettivo e adeguata scolarità.

    Ma se la radice del problema è nell'analisi dei suoni, come si spiegano i musicisti dislessici? Secondo i ricercatori la memoria di lavoro uditiva potrebbe agire come un collo di bottiglia sulle prestazioni delle persone dislessiche.

    Questa tesi è sostenuta anche dalla neuroscienziata Nina Kraus, ricercatrice in ambito musicale e linguistico alla Northwestern University, di cui viene riportata l'esplicativa affermazione: Imparare una lingua richiede di effettuare collegamenti tra i suoni, il loro significato e i segni grafici che li rappresentano, e la memoria è una parte cruciale di questo processo: se non riesci a ricordare un suono, non è possibile effettuare questo collegamento.

    Trattamento della dislessia Il trattamento riabilitativo della dislessia interviene sul processo di lettura strumentale ed è condotto con l'utilizzo di software specifici e con metodi di tipo sub-lessicale che mirano ad automatizzare il rapporto tra sillabe e corrispondenze fonologiche.

    Questa tipologia di interventi ha dimostrato negli ultimi anni maggiori evidenze scientifiche un trattamento viene definito efficace se migliora l'evoluzione del processo più della sua evoluzione naturale , come è dimostrato da ricerche condotte su pazienti dislessici di lingua italiana.

    Per garantire una continuità, l'intervento viene concordato con la famiglia e la scuola di appartenenza.


    Articoli popolari: