Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

TUNEIN RADIO SENEGAL SCARICA

Posted on Author Mikatilar Posted in Antivirus


    SPORT IN DIRETTA. MUSICA. NOTIZIE. PODCAST. TuneIn riunisce sport in diretta, musica, notizie, podcast e radio da tutto il mondo. Con il più ampio catalogo. e ottieni ulteriori informazioni su TuneIn - Radio e Podcast. Scarica TuneIn - Radio e Podcast direttamente sul tuo iPhone, iPad e iPod touch. Download TuneIN Radio Le readio di tutto il mondo nella tua tasca. TuneIn Radio è una piccola applicazione che vi permetterà di ascoltare più di. Radio Senegal è un'app Simulazione sviluppata da Vimup Apps. Condividiamo solo file APK originali. Puoi scaricare e installare l'ultima versione di Radio.

    Nome: tunein radio senegal
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 28.37 Megabytes

    Il concerto, inizialmente previsto in Piazza dei Signori, si svolgerà invece nella Sala Maggiore del Teatro Comunale e inizierà alle ore anziché alle 21 inizialmente annunciate.

    Il concerto di Paci al Comunale sarà con ingresso a pagamento 10 euro e le prevendite saranno aperte dal 9 maggio. Il trombettista e compositore siciliano Roy Paci nato ad Augusta nel , affermatosi sia come cantautore che come trombettista di esuberante virtuosismo, ha un curriculum davvero singolare per ricchezza e varietà di percorsi.

    Appena ventenne, intraprende una serie di viaggi di formazione che lo portano in Sud America, Canarie e Senegal. Tutte esperienze proficue e ricche di incontri stimolanti.

    Rettifico: Purtroppo è un problema quello sotto relativo a tutte le applicazioni gratuite con banner. Il problema descritto sotto nacque con un banner che conduceva a un abbonamento settimanale per suonerie o roba del genere.

    Purtroppo se non si blocca lo schermo si rischia di attivarli con il touchscreen. Non c'è soluzione, se non una selezione da parte degli sviluppatori delle pubblicità da inserire. Continueró ad usarla ma con parsimonia La nuova veste grafica diciamo che è un pochino più protettiva da questo. E faccio un applauso agli sviluppatori perchè sono gli UNICI ad almeno aver avuto la sensibilità di interessarsi Precedente: In se è una buona applicazione, ma più di una volta, se solo strusci allo schermo su un banner, ti attiva in automatico il servizio in abbonamento anche se annulli.

    Vergognoso e disonesti Da disinstallare su tutti i dispositivi. Ciao - ci dispiace molto per l'inconveniente - non tolleriamo assolutamente annunci simili e cerchiamo sempre di lavorare con i nostri advertisers per eliminarli. Se per piacere ci mandi una email a support tunein.

    Attendiamo tue notizie - grazie! App davvero fantastica, probabilmente la migliore del suo genere. Sono un grande ascoltatore di radio e di app simili ne ho provate tante ma questa è davvero fulminea e completa. Davvero complimenti agli sviluppatori. Se con le cuffie standard il problema è trascurabile vista la presenza dei comandi sul filo, con le AirPods il problema è davvero fastidioso.

    Spero che questo bug venga presto risolto.

    Guarda questo:SCARICARE WIDCOMM

    Ovviamente in tal caso le 5 stelle non ve le leva nessuno! Ottima, anche rispetto alle app ufficiali di tante emittenti radio, ma anche io sono stato vittima dei banner truffa appinspector. App messa in pausa, poi non appena ho tirato fuori dalla tasca io tel e riattivato lo schermo ho visto la schermata pubblicitaria. La connessione Bluetooth tra il dispositivo smart e il prodotto è instaurata. Per ristabilire la connessione, collegare il prodotto ad una presa, quindi impostare nuovamente la connessione Bluetooth.

    NOTE 99 Per scollegare la connessione Bluetooth, toccare di nuovo delicatamente il dispositivo smart in corrispondenza del marchio sul pannello superiore dell'M7 M5. Le vibrazioni della musica possono provocare il ribaltamento del dispositivo e la disconnessione dell'M7 M5 o il danneggiamento del dispositivo. Prima di effettuare la connessione, verificare la posizione dell'antenna NFC.

    Per ristabilire la connessione, collegare l'M7 M5 ad una presa, quindi reimpostare la connessione NFC. Rilasciare la rotella per riprodurre la musica. Oppure Selezionare Altoparlante tel. Viene visualizzato l'elenco Servizi musicali completo.

    NOTE 99 A seconda della regione o del produttore, i contenuti supportati possono differire. Per utilizzare un servizio a pagamento, occorre abbonarsi per prima cosa al servizio attraverso il computer. Per impostazione predefinita vengono visualizzate 3 stazioni radio nell'elenco preimpostato. Il prodotto viene collegato alla TV.

    Per ristabilire la connessione, collegare il prodotto ad una presa, quindi impostare di nuovo la connessione TV SoundConnect. Accedere al sito www. È possibile condividere la musica memorizzata sui dispositivi smart collegati al PC. Fare clic qui 1 Premere Sorgente. Se il volume viene abbassato, è possibile ascoltare chiaramente la voce tranquilla e gentile.

    Impostare DRC, quindi premere Salva. Premere Fatto. NOTA 99 Questa funzione non è disponibile se i diffusori sono raggruppati. Selezionare Selez. Multipla per salvare contemporaneamente più brani musicali nella Coda. NOTE 99 È possibile salvare fino a brani nella coda. NOTA 99 È possibile salvare fino a brani nella playlist. Si possono verificare dei problemi con le funzioni di connessione alla rete a causa di questioni di incompatibilità quando vengono utilizzate versioni diverse del software del prodotto per i prodotti collegati.

    Per impostare manualmente l'altoparlante in modo standby. Aggiorna ora Utilizzando Aggiorna ora è possibile aggiornare manualmente il software dell'altoparlante. Se è disponibile un aggiornamento, lo scarica e lo installa sull'altoparlante. Se si dispone già del software più recente sull'altoparlante, Aggiorna ora visualizza "Ultima versione già installata.

    Il raggruppamento è disponibile solo quando all'app sono collegati più prodotti. Seguire le istruzioni fornite per installare il programma. Dopo avere aggiunto o cambiato i contenuti delle cartelle condivise, assicurarsi di premere il tasto. Verranno visualizzati le cartelle e i file musicali condivisi sul PC. Il dispositivo mobile deve supportare Samsung Link.

    TuneIN Radio

    Inoltre, alcune funzioni potrebbero non essere disponibili. In questo caso, utilizzare un dispositivo di memorizzazione USB. In questo caso, disattivare il firewall di Windows o qualsiasi altro tipo di firewall. Scaricare il file appropriato per il computer e installarlo. Consentire la condivisione dell'accesso da un dispositivo esterno: Off, On È possibile impostare l'app per consentire o bloccare l'accesso al PC da un dispositivo esterno.

    Dopo aver condiviso le cartelle, assicurarsi di premere il tasto Done. Se non si preme il tasto , i file condivisi da un computer potrebbero non essere visualizzati nell'app Samsung Multiroom. Problema L'unità non si accende. L'hub e il prodotto non sono collegati. Solo WAM, alla presa. Per dettagli vedere il manuale utente dell'HUB. Scollegare l'HUB e ricollegarlo. Fare clic qui prodotto passino da rosso a blu. Scollegare il prodotto e ricollegarlo. Controllare se l'indicatore LED sulla parte anteriore del prodotto sta lampeggiando o no.

    Una funzione non si attiva quando viene premuto il tasto. L'audio non viene riprodotto. Vedere a pagina 24, punto 3. Arrivano sul palco alle Attivi da 6 anni, al loro secondo album, i Mamavegas arrivano a Villa Ada dopo il successo della data al Vasto Sirens Festival. A pubblico già riscaldato, semmai ce ne fosse bisogno col caldo torrido di questo sabato sera romano umidificato ancor di più dal laghetto della splendida villa romana, salgono sul palco i cinque dEUS, capitanati dal canante Tom Barman col violinista e tastierista Klaas Janzoons nella band belga sin dal suo esordio nel I dEUS sono una di quelle formazioni poco inquadrabili in un genere.

    Una scelta decisamente anti. Barman è un animale da palcoscenico, urla, balla si scuote, incita il pubblico. Su tutti lo stesso Janzoons tra violino e percussioni elettriche, loop station e tastiere.

    Ladies and gentleman, the dEUS! Smart Camp sarà presente su web, social network e app grazie alla capacità comunicativa di partner come Funweek. Info: www. Roma, Auditorium Parco della Musica, ore caldo torrido e soffocante, la gente inizia ad affollare la cavea progettata da Renzo Piano.

    E la sua voce… Wow, ti sciogli, e non certo per il caldo. Una attesa piacevole ed eccolo sul palco con un poncho nero a deliziarci con una performance eccelsa, con tanto di improvvisazione finale in forma di botta e risposta tra voce e chitarra. Dopo la copertina che gli ha dedicato, tra mille polemiche, lo storico indierock magazine Il Mucchio Selvaggio, abbiamo voluto vederlo dal vivo questo Lorenzo nel suo tour negli stadi.

    Lo stadio è pieno, 42 mila persone, il pubblico è quello delle grandi occasioni. Con queste premesse andiamo al live report dello show. Show imponente a cominciare dai numeri e dalla produzione milionaria. La band, come sempre per il Cherubini, è di altissimi livelli.

    Cherubini è un intrattenitore e showman. Se non altro è da omaggiare la preparazione atletica.

    I musicisti sul palco sono instancabili e impagabili. Su tutti il fido Saturnino Celani, da 25 anni al fianco di Jovanotti e forse oggi il più grande bassista italiano e tra i primi al mondo. Come spiega e scrive anche Damir Ivic, Jovanotti non si lascia imporre gli artisti con cui collabora o che ospita nel disco dagli usuali intrecci tra management e case discografiche.

    Un curioso musicale, e nei suoi suoni si sente. A dispetto della zeppola. RATATAT — A cinque anni dal loro ultimo LP, il duo newyorkese torna col suo inimitabile connubio di digitale e analogico: Magnifique esce il 17 Luglio, ed è anticipato da questo fantastico video che anima oltre illustrazioni firmate dallo stesso Evan Mast bassista e synth.

    Brano suggestivo e intrippante oltre ogni aspettativa. Un progetto ambizioso ed evocativo, che parte col piede giusto grazie a un video coinvolgente e una M. Quante volte vi sarà capitato di andare a prendere anche solo una grattachecca e di dovervi sorbire due strazianti minuti di Bob Sinclair? Ecco, parlo proprio di questo; a bordo del suo skate supersonico fluttuante ci viene in aiuto un guerrigliero cyborg in grado di spazzare via le nullità dalle radio mondiali almeno questa è la mia speranza, in parte ci è già riuscito : Major Lazer ha pubblicato il primo di Giugno il suo terzo album, Peace is the mission, e il singolo Lean On è balzato subito in testa alle classifiche di Spotify con 2,75 milioni di ascolti giornalieri.

    Sempre il primo è uscita la perla di Noyz Narcos e Fritz The Cat: Localz Only trovate la maggior parte dei brani nella playlist sottostante. Torniamo indietro nel tempo di 12 giorni per proporvi At. Il rapper di Harlem torna a far parlare positivamente di sé, rivoluzionando il proprio sound per arrivare a una soluzione innovativa che fonde Hip Hop e strumentazione analogica: certamente come altri prima di lui, ma mantenendo nei testi e nel flow le stesse spinte e pulsioni che lo avevano portato al successo con Long.

    Non posso quindi che salutarvi con la perla LSD, meraviglioso viaggio psichedelico che apre le porte a qualcosa di più del semplice Rap come credevamo di conoscerlo.

    Il Napoli invece è stato rimandato! Pazzesche le ripetute disattenzioni difensive nella partita, con il portiere e la difesa sicuramente sotto accusa, ma anche il partente Coach che non ha saputo porre rimedio agli equilibri deficitari del proprio sistema difensivo.

    Insomma, un altro campionato dalle poche sorprese e dagli esiti scontati va in archivio. Per la prima volta dopo non so quanti anni, le squadre romane occupano posizioni di vertice e rappresenteranno speriamo entrambi il calcio italiano in Champions, oltre alla Juventus ovviamente.

    In coda, il Cagliari saluta la serie A dopo 11 anni mentre alla scontata retrocessione del Cesena, si aggiunge il fallimento del Parma, sportivo ed economico. Da pubblico encomio i giocatori e il mister dei ducali che sebbene consapevoli del destino nebbioso che li attende, hanno onorato il campionato facendo addirittura più punti di quelli portati a casa prima della dichiarazione di fallimento del tribunale.

    Si, sono sempre molto duro nei confronti della Serie A, forse perché sono cresciuto con un campionato diverso. Eppure, nonostante il giorno feriale, lo stadio si presentava quasi del tutto pieno salvo lo spettacolo vergognoso dei settori vuoti per tenere a distanza le due tifoserie , e due sono le spiegazioni razionali possibili: o erano tutti barbieri, oppure la febbre che accompagna il Derby di Roma da sempre, costringe datori di lavoro a concedere permessi e ferie varie.

    E che spettacolo…. Tutti alla vigilia davano favorita la Lazio, squadra in salute, che non ha demeritato in coppa Italia e che vuole a tutti i costi rovinare nuovamente la festa ai cugini e di nuovo Maggio. E lo porta a casa la Roma!!! Un colpo di testa di un difensore dal nome quasi impronunciabile Yanga-Mbiwa che non segnava da oltre un anno, consegna ai giallorossi la vittoria, il secondo posto e un bel gruzzoletto da investire sul mercato, ma soprattutto consegna a se stesso il vantaggio di non pagare più caffè in città, di non ricevere multe quando passa in una delle mille ZTL della capitale, e, forse, la gloria eterna.

    Nei derby tutto è concesso, purché si rimanga nel lecito ovviamente. E chi lo sopporta il capoufficio romanista quando vince la Roma? Vince la Roma, e Totti e compagni festeggiano con magliette simpatiche sotto la SUD; il capitano viene portato in trionfo, è la nemesi del tifo romanista. Forse il 26 Maggio è definitivamente cancellato?

    Garcia e i suoi ragazzi si sono presi prepotentemente una fetta di ferie in più, hanno riallacciato il rapporto con i tifosi, e sono matematicamente ai blocchi di partenza della prossima stagione con una consapevolezza economica e psicologica da far invidia a qualsiasi laziale.

    Non se la devono passar bene in questo momento: perdere un derby è sempre un trauma, dopo una coppa Italia sfumata per due pali ancor di più e domenica va in scena la finale Champions a Napoli.

    E se dovessero perdere tutte e 3 in giorni? A quel punto varrebbe ancora il 26 Maggio? Non vorrei essere mai nei panni di Lotito, meno che mai in questo momento. Con Carpi e Frosinone in serie A e la prospettiva di 3 sconfitte in 10 giorni che costerebbero gli obiettivi, non cercati ma voluti, di una stagione intera….

    Ultimo appuntamento dedicato alla presentazione delle 3 band italiane che suoneranno al Primavera Sound, è la volta dei Fabryka. Tra i gruppi italiani che si esibiranno a Barcellona, senza nulla togliere agli altri due, i Fabryka sono sicuramente i più maturi, anche solo per uscite discografiche alle spalle. Band barese, laboratorio musicale in divenire e contenitore di sonorità indie-pop, shoegaze e pop-rock con punte di elettronica; il tutto mirato a creare atmosfere intensissime.

    Puntano proprio al coinvolgimento dei sensi, come loro stesso spesso dicono, e a stimolare una sorta di viaggio interiore in chi li ascolta. I suoni prendono sfumature oniriche ed eteree e si integrano a pulsazioni più ritmiche, tratti ossessive. Li abbiamo raggiunti al volo mentre partivano per Barcellona e gli abbiamo fatto due domandine veloci.

    Ciao ragazzi benvenuti a RKI!!! Subito una domanda di ordine tecnico. La componente elettronica ha preso sempre più spazio nel vostro percorso fino al vostro album appena uscito. Leggendo di voi parlate spesso di atmosfere e visioni. La scelta è dettata da questo? In definitiva è una riflessione sulla parte più individualista e superficiale della nostra società. Non siete nuovi a palchi importanti ma cosa avete pensato quando vi hanno contattato dal PS?

    Conosci nuovi contesti e soprattutto ti confronti con musicisti internazionali. In un contesto come il PS dove ci sono un sacco di concerti che pubblico cercate o sperate di accattivare? Nei festival internazionali il pubblico è molto attento.

    Noi come abbiamo già detto puntiamo molto a creare atmosfere e cercare di coinvolgere emotivamente chi ci ascolta. Suoniamo per la prima volta al PS ma sappiamo benissimo cosa ci aspetta. VI facciamo un enorme in bocca al lupo allora e visto che siete in partenza buon viaggio!!! Secondo appuntamento di presentazione delle band italiane al Primavera Sound: The Shalalalas. Il loro è un dream-pop elegante e diretto, è come un abbraccio in cui abbandonarsi e sognare. Il nome The Shalalalas con 3 la badate bene come dice simpaticamente anche il titolo del disco ti accenna un sorriso sulle labbra solo a sentirlo.

    Quando metti su il disco poi, quel sorriso ti rimane per tutta la durata della tracklist. The Shalalalas sono un ottimo e simpatico antidepressivo. Nome curioso il vostro, lo leggi e ti chiedi chissà che genere fanno….

    Sing another fucking shalalala! Poi per una serie di motivi abbiamo tolto il fucking, ma il nome attuale forse si addice di più a quello che facciamo! Quali sono le vostre influenze musicali e i vostri ascolti? Ascoltiamo di tutto. Per quanto riguarda le influenze maggiori sul nostro sound, sicuramente ci rifacciamo ai Velvet Underground più melodici. Vi hanno contattato dal Primavera, quando avete letto la mail cosa vi siete detti? In un primo momento abbiamo rischiato lo svenimento. Una volta ripresi, abbiamo capito che si trattava di una grande opportunità di crescita musicale.

    Con tutti quei concerti concentrati in quei 4 giorni che pubblico mirate ad accattivare con il vostro live? Probabilmente ci sarà un pubblico abbastanza misto. Cercheremo di fare delle scalette più tirate del solito e più adatte ai palchi grandi.

    Questo vuole essere il primo di tre articoli che noi di Radio Kaos Italy dedichiamo alla presentazione delle band italiane inserite nel cartellone del Primavera Sound di Barcellona.

    Premetto che il loro è un progetto veramente figo!!! A mio avviso molto esportabile. Definirli non è semplice, sono un vero e proprio caleidoscopio sonoro in cui colori, suoni e visioni si mescolano in maniera vorticosa. Da poco è uscito il loro omonimo EP composto di 5 tracce abbastanza eterogenee tra loro.

    Li abbiamo contattati per fargli qualche domanda. Ascoltiamo musica dura e musica tenerona a seconda del bisogno; il doom e la no-wave, il pop che piace ad Alessandro e lo speed metal dove è fondamentale il doppio pedale.

    Qualche nome di bands? Che Nicola faccia un solo in tapping con il basso mentre Alessandro ride alla batteria e lo incita. Poi, probabili pazzie da parte di Eleonora cantamte. Il tutto condito con un muro di distorsione.

    E incrociamo le dita. Come siete stati contattati dal Primavera Sound e quale è stata la vostra reazionequando vi hanno contattato? Quattro amici al bar in pratica. Ci arriva la chiamata, al solito concitata, di Antonella Lavini compagna storica di mille avventura, e nostra promoter che ci avvisa di essere stati selezionati al festival.

    Eleonora, la più agitata del gruppo seconda solo ad Antonella riferisce la notiziona e tutti, felici increduli e contenti brindiamo con coca cola, acqua con bollicine e fanta.

    Dei veri rocker insomma! La vostra proposta musicale sembra essere molto esportabile come sonorità? In tal senso quale strada state percorrendo? La strada attualmente più trafficata da noi è via Roma a Fano che porta in sala prove. Le ambizioni ed i progetti sono tanti ovviamente, ci faremo trasportare dal vento, senza pensieri.

    Ask a Question

    Vedremo che aria tira. Molto positivi e, di questo, siamo davvero contenti. Beh ragazzi che dirvi allora….. Grazie ragazzi, crepi il lupo ci vediamo a Barcellona. Il cantante Neo Soul conferma le sue eccezionali doti canore con una canzone dalle sfumature Pop e densa di significati, che emergono anche grazie a un video strano ed evocativo: identità e ruoli sociali sono argomenti difficili da trattare, ma Bilal lo fa con grande abilità, in un pezzo il cui unico difetto è quello di non essere immediato, e che necessita di più ascolti per essere apprezzato a pieno; ma ne vale la pena anche solo per il passaggio al minuto Come detto in apertura, cosucce carine che meritano un paio di ascolti, ma nulla di fondamentale.

    Ci vengono in aiuto tre entità musicali, nate più o meno recentemente. Uso questo termine in quanto i tre video che vi proponiamo di seguito sono stati girati per la musica di tre collaborazioni decisamente particolari e diverse fra loro: I primi sono gli FFS.

    E chi minchia sono? Il nuovissimo supergruppo che sancisce il ritorno dei Franz Ferdinand insieme a una delle più storiche e quanto mai unica ed inimitabile band Glam Rock: nientepopodimeno che gli Sparks. Da questa bizzarra combinazione nasce un pezzo sorprendentemente fresco e piacione, condito da un video che non potrà non farvi girare la testa. Un rapporto che speriamo sia duraturo e soprattutto fecondo, che funga da esempio per molti altri produttori.

    Li avevamo già visti in azione precedentemente in altri brani, e tornano insieme per un intero album, Localz Only, che uscirà il primo di Giugno. KaosReview tornerà presto con molte altre novità e, come potete vedere da queste anticipazioni, ne ascolteremo delle belle. Stay tuned, stay Kaos. Molti di voi. La line up è infinita e, tralasciando i nomi di grosso. Questi sono i gruppi che Radio Kaos Italy vi consiglia di. Ritmiche intense di basso e atmosfere.

    Ariel Marcus Rosenberg è un folle! Prima di ascoltare la sua musica fate delle ricerche di immagini. Per tracciarne un profilo servirebbe un sodalizio tra analisti. Duo canadese che afferma di essersi conosciuto a un concerto dei Sonic Youth. Poi ritrattano tutto e. Il punto di partenza del loro percorso è fissato. A me gli Strokes non sono mai piaciuti, ma il loro frontman si! Julian Casablancas è un istintivo, sa. Un personaggio che fa quello che gli. In attesa del loro secondo disco in uscita nei prossimi mesi, vi suggerisco di non perderveli perchè.

    Le attese sono grandi per questo gruppo che ha riscosso ottime critiche riguardo i dischi precedenti. Il loro primo album era freak, semplice ed essenziale, il secondo più ricercato ma sempre fedele alle. In attesa dei nuovi brani le coordinate di riferimento sono quelle comuni ai. Band di rock-elettronico di Los Angeles che picchia duro. Si rifanno sicuramente al noise rock più. Hanno prodotto la. Perfetti rude boys inglesi che si rifanno al poeta punk John Cooper Clarke altro epico e surreale.

    La reazione a tutto questo è sorprendentemente ottima. Il 25 dicembre, potremmo decidere di annunciare la nascita di un quarto Luminal, un redivivo Gesù Cristo che possa scendere sul palco per liberarci dei nostri peccati. Hanno scelto noi e tutto questo ERA nei nostri programmi di conquista del mondo realizzati a dodici anni tra un cuba libre e un ascolto di Black Market Music.

    Molko corre qualche rischio? Gerrard lascia Liverpool. Se mi avessero proposto una scommessa del genere qualche anno fa non ci avrei puntato neanche un euro. Sabato 16 Maggio scorso, Steven Gerrard, il capitano del Liverpool, uno dei centrocampisti inglesi più forti di sempre, ha disputato la sua ultima partita ad Anfield. E onestamente poco mi importa della sua prossima avventura a LA Galaxy, in una pensione dorata qual è la Major League Soccer.

    Stavolta va via Gerrard! Il bambino di belle speranze, diventato uomo a centrocampo e capitano orgoglioso dal a oggi. Eccetto uno: il campionato. Tranne uno. La sua vera ossessione. E forse per questo, esattamente un anno fa ha deciso di lasciare la sua casa e la sua gente.

    Il è stato il suo annus horribilis. Il Liverpool in testa al campionato a tre giornate dalla fine incontra il Chelsea di Josè Mourinho, il diavolo tentatore che nel appena insediatosi per la sua prima esperienza in blues quasi stava per convincerlo a partire. I reds devono vincere a tutti i costi per evitare il sorpasso del Man city, ma uno scivolone a metà campo del capitano fa volare Demba Ba verso la porta del Liverpool.

    Interminabili secondi di una corsa solitaria che porta il senegalese a condannare Gerrard e compagni al secondo posto e a lasciare incompiuto il destino che il capitano aveva in mente per sé e la sua gente. Come se non bastasse un mese dopo in Brasile, con la maglia dei tre leoni inglesi di cui è anche il capitano, regala due gol al suo ex compagno di squadra Luis Suarez e condanna la sua nazionale ad un rientro anticipato in patria dal mondiale.

    Altri scenari, altri tempi, ma sempre la stessa maglia. Wembley, finale di FA cup Stevie G si inventa un gol da 38 metri al 90esimo e fa agguantare il pareggio ai suoi. Del resto i gol da lontano sono sempre stati il suo marchio di fabbrica.

    Gerrard non pensa, fa; quella palla rimbalzante arriva giusta sul collo del piede destro e come un proiettile si infila alle spalle di Nikopolidis. Anfield va in delirio il commento in inglese di quel gol è straordinario, cercatelo su youtube e gustatelo con le casse al massimo, da brividi e la corsa continua in quella Champions, fino ad Istanbul…dove alza al cielo, nella notte più brutta che tifoso milanista ricordi, la Coppa dei Campioni. E il ruggito di Anfield al suo nome si scaldava ancora di più, e sebbene lui sapesse di essere un figlio della Kop, non riuscivano a tributare al terzo giocatore della storia del club con più partite in Premier, un riconoscimento da vero idolo indiscusso.

    Ma arriverà presto. Steven continua a sfoderare prestazioni e gol da antologia. Ma Anfield non si scorderà mai di uno di loro, la premier soffrirà la mancanza di un grande campione e il calcio europeo non potrà per ora più ammirarne le gesta. Il capitano saluta, sale quei gradoni Magici che dagli spogliatoi portano al centro del campo. Ma lui non è come gli altri. Lui è un figlio di Anfield che in piedi lo saluta con un tributo da antologia.

    E che ormai non riesco a togliermi dalla testa. Buona lettura! Tantissimi gli artisti di fama internazionale intervenuti, ma non sono mancati anche i grandi nomi italiani.

    Anche il tatuaggio soffre la moda o forse è sempre meno un tabù? Entrando il rumore inconfondibile delle numerossissime macchinette si fonde con la musica di sottofondo e non ci pensi più.

    Se ne esce quasi disorientati ma con un sorriso stampato sul volto. Sabato, in un intervista rilasciata alla trasmissione sportiva Dribbling , Antonio Cassano è tornato a far parlare di sé con un intervento a gamba tesa che non si confà allo stile di un giocatore di classe come lui nei confronti del calcio italiano.

    Il Cassano pensiero fa riflettere se è vero che in questo paese i comici possono fare politica e scuotere la cittadinanza, il burlone Cassano lancia una stoccata degna del miglior Vaffa day. Insomma per vedere qualche partita piuttosto emozionante in questo weekend dovevate essere a Udine a Palermo o a Cesena, amici miei. La salvezza apre le difese e per fortuna, almeno in primavera o forse solo in primavera, ne guadagna lo spettacolo della serie A.

    Staremo a vedere. I migliori tatuatori sul panorama internazionale si sono incontrati la sedicesima edizione di una delle convention di tatuaggi più grandi al mondo.

    Come il nome del tuo ex tatuato sulla caviglia, che non smetterai mai di leggere. Forse un nome una scritta o una farfalla, potevano essere chiamati tatuaggi un tempo, ora sono comunemente definiti flash, piccoli e veloci giusto per sfizio, al posto di un top nuovo o di un cappello, si , perchè adesso non ci si ferma più!

    La pelle umana è diventata una nuova e infinita tela o foglio che sia, dove chi più ne ha più ne metta! Eccolo sempre più affiatato questo boom creativo che sta interessando praticamente tutti.

    Tatuare è diventata una vera e propria Arte a sé. Questa sembra sempre più solo una moda non un simbolo di distinzione, la nuova generazione sarà tutta tatuata forse! Si, era il tattoo expo! Disegnatori, stampe su magliette ,tavole realizzate a mano, libri ,foto, poster accessori e tutto quello che poteva riguardare la nuova tendenza!

    Tutti impazienti di portarsi a casa il loro souvenir, direttamente inciso sulla pelle. Chi faceva da modello e chi voleva conquistarsi il disegno migliore dal tatuatore preferito. Tra una birra e un cuba passeggiavi indeciso sul da farsi guardandoti le zone del corpo da occupare. Dal 28 al 30 maggio Barcellona sarà la città su cui convergeranno appassionati di musica di oltre Paesi del mondo dati ufficiali edizione Ovviamente è inutile dire che, in un festival in cui suoneranno oltre band, qualsiasi tipo pubblico rimarrebbe soddisfatto.

    Era talmente enorme la suspance che magari quando alle 20 del 21 gennaio sono stati annunciati i nomi qualcuno ha storto il muso. Mi spiego meglio!!!

    Radio Touba Zingonia In Linea

    Se un festival in 14 anni porta i più grandi nomi in circolazione ogni anno è sempre più difficile migliorarsi. Insomma non deprimetevi a pensare ai nostri piccoli festival e alle polemiche per un concerto al Circo Massimo, intanto fate i biglietti aerei e venite con noi al Primavera.

    Nei prossimi giorni entreremo nel vivo del cartellone e vi daremo qualche consiglio per organizzarvi in quei giorni che sarete a Barcellona e dovrete col taccuino alla mano segnarvi gli orari in cui suonano i gruppi che assolutamente non potete perdervi altrimenti come farete i fighi con i vostri amici che nn sono potuti venire perchè avevano da lavorare.

    Nel , infatti, il loro primo album intitolato Mestruazioni non prometteva niente di docile e tranquillo; con Auff! Che è successo, si sono rincoglioniti? Sono sempre loro, quelli che mostrano il pene al Concertone del Primo Maggio, quelli volgari. La paura della bellezza, non solo esteriore, di un momento felice, soggetti alla caducità del tempo, al cambiare delle cose viene spiegata, nel primo brano, in una maniera che commuove e destabilizza. Sono dei satiri che esorcizzano anche i concetti più inflazionati, riuscendo a parlarne con delicatezza e, al contempo, con estrema impudicizia.

    Il punk-funk ritmato e storto è sempre quello di Auff! I Love You del Management Del Dolore Post Operatorio racconta, anzi, lamenta in modo rabbioso e antipoetico il faccia a faccia con il mondo che lusinga e volta le spalle.

    In apparenza, poco e niente. Un sedia di paglia girata al centro del palcoscenico; a sinistra una mini pedana occupata da due musicisti, un sapiente gioco di luci.

    Tutto qui? No, in effetti no. Eppure quel tutti è solo uno. Un unico attore dà vita, attraverso la sua incommensurabile bravura a tutti questi personaggi in scena. Se non altro, perché davvero non saprei chi potrebbe competere con il suo talento in questo testo.

    Ninetto -la voce narrante- è un vetturino di un cardinale, ricco e potente, un suo dipendente. Vive chiuso nel suo orticello, non si preoccupa di quanto accade intorno.

    La storia non gli interessa. Eppure in Europa sono ancora freschi gli echi di ribellioni, di rivolte, di grandi cambiamenti. Infatti abbiamo avuto -al massimo- un Risorgimento e manco tutto da soli. Praticamente ben poco è cambiato davvero da allora. Il nipote milanese del Cardinale il Contino il pellegrino sarà ospite di tanto zio per sfuggire a una possibile galera al nord a causa delle sue idee rivoluzionarie e libertarie. Ninetto dovrà, suo malgrado, occuparsi di lui. Il Contino vivrà con lo stupore e gli occhi di un bambino la genuinità del popolo romano, i suoi modi di di dire giorno per giorno.

    Ninetto dal suo canto, imparerà ad avere una visione diversa, nuova e più profonda della sua città e della sua gente, oltre che su di sé. Wertmuller non dà tregua, entra ed esce dai personaggi come un vero trasformista e non perde mai un colpo.

    Ed è bellissimo lasciarsi catturare da lui, abbandonarsi ai suoi racconti, è come vedere un film, tanto riesce a suggestionare. Ora sulla carrozza, ora nei vicoli di Roma, ora in mezzo al mercato per poi entrare in una osteria… La magia della Parola. Ha qualcosa del teatro elisabettiano tutto questo. Scaglia le sue battute fulminanti a una platea attenta ma non proprio giovanissima che a volte sembra non coglierle.

    Come bravissimi sono i due musicisti Pino Cangialosi fagotto e percussioni autore delle musiche e Fabio Battistelli clarinetto. Preme ricordare come il testo di P.

    Palladino sia pluripremiato. Meritatamente, lasciatemelo dire. Il collettivo norvegese è nato — e noto — per essere unico e non accenna a sminuire tale vocazione. Il primo li ha fatti conoscere e amare in tutto il mondo con un boato pari a pochi, il secondo li ha consacrati e fatti apprezzare ancora di più.

    La formula magica: una contaminazione di psich e etnic, con ascendenze rock-funk. Dato positivo: pubblico molto giovane. Senza colpo ferire i musicisti si schierano in riga sul palco: una via di mezzo tra Eyes Wide Shut e i Tinariwen.


    Articoli popolari: