Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

XMPEG SCARICARE

Posted on Author Zulujas Posted in Film


    Contents
  1. Categorias_relacionadas_con Video
  2. Download: software gratis da scaricare
  3. XMPEG 5.0.3
  4. I formati video e alla compressione DivX (con Xmpeg)

8/10 - Download Xmpeg gratis. Xmpeg è uno di quei programmi da avere sempre a portata di mano. Scarica Xmpeg gratis, un converter con cui rippare DVD e. XMPEG Come FlaskMPEG, questo software permette la conversione da VOB files (filmati del DVD) a formati MPEG e AVI, utilizzando anche il codec DivX​. Scarica gratis l'ultima versione di XMPEG. Leggi la recensione in italiano ed i voti degli utenti su XMPEG. XMPEG é un convertitore video open source, che consente di convertire files in formato MPEG1, MPEG2 ed AC3 mantenendo un'alta qualità video. Utilizzando.

Nome: xmpeg
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 25.86 Megabytes

Molto versatile ed ottimo per il video editing. Utilizzato nello standard Videocd. Adobe Filmstrip Formato di rotoscoping proprietario, ormai in disisuso. Autodesk Animation Formato proprietario per le animazioni, ormai in disuso. MS Netshow Streaming e alta compressione da Microsoft. E' il primo pacchetto che ha introdotto le funzionalita' necessarie per il trattamento del video su PC.

Formato DV [supportato da AVI o Quicktime] Si tratta di un formato per la videoripresa completamente digitale che, grazie alle sue caratteristiche particolarmente orientate al mondo informatico, si adatta benissimo all'editing non lineare di qualita' prosumer.

Adobe Filmstrip [estensione: FLM] E' un vecchio formato prorietario della Adobe che raccoglie in un unico file grafico tutti i fotogrammi della sequenza compilata, a varie risoluzioni. Le dimensioni dei file sono proibitive e la riproduzione a video e' estremamente lenta. Se risulta quindi praticamente inutilizzabile in playback, e' al contrario utilissimo in fase di montaggio per tecniche di fotoritocco frame-by-frame, quali il rotoscoping.

Non e' possibile integrare audio e ne' sarebbe utile, essendo questo un formato di solo passaggio. Lo sviluppo di software di editing capaci di lavorare direttamente sui singoli fotogrammi di una clip compressa ha reso inutile emacchinoso lavorare con questo formato.

Categorias_relacionadas_con Video

Come l'Adobe Filmstrip, risultava spesso utile per operazioni di fotoritocco o di transizione da un formato all'altro. Era perfetto anche per creare particolari effetti 3D, per il bluescreen e per le particolari titolazioni altrimenti realizzabili lavorando su fotogrammi singoli.

Si trattava di un formato voluminoso ma adatto alla riproduzione. L'integrazione dei pacchetti grafici che lo supportavano con i sistemi multimediali come Windows ha deciso la discesa di questo formato.

Concepito inizialmente per l'audio RealAudio sino alla versione 3 , questo formato e' stato adattato anche per la compressione video, diventando un vero e proprio pacchetto per la creazione e la distribuzione del multimedia sul web. La qualita' audio raggiunta e' eccezionale 16bit, 44Khz, Stereo in rapporto alla compressione ottenuta: Per quanto riguarda il video, si deve tener conto delle limitate capacita' dei sistemi che si adottano.

La qualita' e la fluidita' che si ottengono dipenderanno dalla macchina di riproduzione, dai settaggi di compilazione, dal soggetto del filmato e soprattutto dalla larghezza di banda disponibile. Un modem a Sfrutta il codec mpeg4 e pertanto risulta molto performante anche a bassi bit rate. Sappiamo che la mole di dati che una sequenza video comporta e' molto elevata e quindi sarebbe improponibile realizzare un filmato senza averlo prima compresso e quindi codificato con un algoritmo di compressione.

A questa mansione risponde il codec che, appunto, in fase di acquisizione trasforma le informazioni ricevute in un file piu' piccolo e compatto, e in fase di riproduzione interpreta il codice nel file per poterlo mostrare integro.

Ogni formato video ha decine di codec, infatti ogni numero di anni vengono elaborati nuovi codec, quelli di ultima generazione sono migliori dei vecchi codec sia per compressione che per qualità come il Dvix. MPEG E' uno dei formati piu' acclamati negli ultimi anni grazie all'altissima compressione e alla qualita' decisamente buona, nonostante il suo carattere lossy, che mantine sino rapporti di compressione di La sua tipologia e' tipicamente asimmetrica la compressione avviene in un tempo decisamente maggiore della riproduzione e cio' lo rende ottimo per il Multimedia publishing ma praticamente inutile per il Desktop Video.

Oltretutto la sua struttura interna ridondanza spaziale, encodin incrementale impedisce l'elaborazione frame-by-frame e quindi rende difficoltoso l'editing non lineare anche se recentemente sono usciti software che supportano questo formato.

Anche questo standard e' ottimo per il Multimedia Publishing, proprio grazie alla sua grande fruibilita' e funzionalita'. Infine, sono ormai a buon mercato schede di decompressione , dedicate al palyback dei filmati MPEG in full-video full-motion, presenti anche nei VideoCD.

La sua struttura e la sua qualita' ne fanno uno strumento indispensabile per realizzare veri e propri video digitali da riversare su nastro magnetico. Questo codec gestisce le sequenze video come si trattassero di un insieme di fotogrammi su una pellicola, legati uno all'altro da precisi intervalli di tempo.

Infatti, al contrario dell' MPEG, le informazioni su una singola immagine sono salvate indipendentemente dalle altre. Questo codec di tipo "intraframe" dunque non solo permette l'accesso "random" ad ogni quadro video, in tempo reale, ma consente un vero e proprio editing non lineare in full motion da hard disk, con la possibilita' di "srotolare" il file proprio come una sequenza di immagini altamente compresse, eventualmente modificabili e sostituibili.

Il codec si avvale necessariamente di un supporto hardware che permette una prefetta simmetria il tempo impiegato alla compressione delle immagini e' uguale a quello della fase di playback.

Queste caratteristiche, unite ad un livello di compressione che varia da chip a chip da a fanno del M-Jpeg la soluzione ottimale per digital video in qualita' studio. Paradigm Matrix M-Jpeg Si tratta di un nuovissimo codec Motion Jpeg ad alte prestazioni di natura esclusivamente software che si prsenta come valida alternativa al vecchio Indeo.

Essendo un codec che aderisce alle specifiche audio video interleaving di VfW e' possibile utilizzarlo sotto il software di montaggio Videdit. In tale ambiente di lavoro il codec diviene infatti subito utilizzabile, a condizione che si applichi solo su file gia' precedentemente compressi; questo M-Jpeg infatti non comprime file di tipo full-frame, RLE, sequenze immagini BMP, ecc Essendo un'algoritmo solo software e' poco utilizzabile su sistemi non performanti, ma con l'avvento dei nuovi processori ad alte velocita', codec di questo tipo sono una vera risorsa per l'editing non lineare a bassissimo costo.

Richiede ridotta potenza di calcolo sia in case di compressione che di playback. SuperMac Cinepak E' uno dei primi codec di compressione, fornisce una buona qualita' video e altrettante prestazioni in fase di playback. Scegliamo il nostro idct Optimized MMX. Il Deinterlace va usato se nel nostro filmato appaiono gli effetti di una non perfetta sincronizzazione dei campi odd ed even, come in questo caso 22 Il Deinterlace di Xmpeg non eccelle in efficienza. Quando si presenta un film con questo tipo di problema conviene caldamente cambiar strategia ed adoperare Avisynth con MPEG2Dec3.

Impostando la Frequenza di campionamento a Hz si otterrà il duplice vantaggio di avere il sonoro compatibile anche con vecchie schede audio e di ottenere una maggior qualità poichè i bit risparmiati per campionare le frequenze non udibili Hz Hz saranno dedicati a frequenze sensibili.

Download: software gratis da scaricare

Se si sceglie Copia direttamente il flusso viene salvato separatamente l audio multicanale. Output dipende dallo schermo sul quale dobbiamo vedere il video; considerando che la maggior parte dei DivX sono visti su monitor o TV tradizionali, io suggerirei coerentemente di selezionare Output Zoom Player.

Ci apparirà questa interfaccia 25 Il valore AR input resta invariato mentre l aspect ratio output viene modificato variando Altezza e Larghezza nel campo Dimensioni di uscita che dovranno essere nominalmente multiple di 16 pixel poiché 16x16 o 8x8 pixel sono le dimensioni di ogni blocco elaborabile in cui viene scomposta l immagine.

Ne consegue che l aspect ratio d output quasi mai sarà esattamente uguale a quello prefissato 1, , per cui ci accontenteremo del valore più prossimo. Xmpeg, con i film ottimizzati per , compie automaticamente lo schiacciamento verticale ed aggiunge le mattes che si aggiungono alle eventuali preesistenti per ricreare la giusta proporzione 1, del widescreen letterbox, quindi non conosciamo esattamente le misure reali del fotogramma ridimensionato privo di bande nere e non sappiamo, quindi, il reale rimpicciolimento.

Per farlo bisogna selezionare la voce Ritaglio posta sotto le Dimensioni di uscita e, muovendo le righe di contorno con il mouse, delimitare la parte dell immagine da codificare. Accanto c è 2nd Pass Plugin Settings, tramite il quale saranno impostati i parametri da applicare per il secondo passaggio della codifica; sono uguali a quelli scelti per la prima passata con la sola eccezione della voce 2- pass, second pass nel campo Variable bitrate mode del pannello DivX Codec del Compressore DivX, che vedremo tra pochi righi.

Il formato audio compresso con sistemi simili a quelli visti per il video MP3 ha un ottima qualità, è attualmente il più comodo da usare, affidabile e compatibile: il Windows Media Audio WMA per bitrate tra 96 e kpbs ha medesima o peggiore qualità e dà problemi di sincronizzazione, il Vorbis OGG ha qualità migliore ma è scarsamente supportato con anche il suo contenitore OGM , AAC audio MPEG-4 ha qualità superiore ma è work in progress, quindi per nulla considerato nonostante sia ufficialmente il successore di MP3.

I migliori codificatori MP3 sono Fraunhofer da cui deriva Radium e Lame, con qualità quasi identica sotto i kbps.

XMPEG 5.0.3

Il codec Fraunhofer ha un bug errore che Xmpeg corregge selezionando la voce Compensate Fraunhofer-IIS s MP3 codec bugs ; suggerisco inoltre di attivare High quality compression, che migliora lievemente la qualità rallentando minimamente la codifica.

Questo valore è solo indicativo per il compressore e teoricamente, considerando l intero filmato, dovrebbe essere il valore medio impiegato per ogni secondo.

Variable bitrate mode: il DivX contempla tre modalità di codifica : - 1-pass: il video è processato una sola volta; il bitrate impostato, come detto, è orientativo e la dimensione finale del video non sempre è uguale a quello stimata. Use MV file in Two-pass encoding log files : come facilmente desumibile, questo log file file che conserva informazioni è adoperato quando si sceglie di codificare col 2-pass e viene creato durante il primo passaggio tiene memoria della complessità di ogni frame.

Se si seleziona questa opzione non occorrerà che il secondo passaggio ricalcoli la complessità delle immagini, risparmiando tempo nella codifica. Il file MV motion vector deve essere riscritto solo se tra primo e secondo passaggio vengono modificati i parametri del codec eccetto il bitrate ed il pre processing, che analizzeremo tra poco.

In altri termini ogni frame del video avrà la stessa qualità. E bene usare il Bidirectional Encoding, sconsigliato il Quarter Pixel.

I formati video e alla compressione DivX (con Xmpeg)

Il Crop ed il Resize conviene farli, per più motivi, tramite il programma di editing che si adopera. Il Pre Processing Source, che non appesantisce molto la compressione, risulta utile qualora il filmato abbia delle imperfezioni graffi, punti, macchie che saranno parzialmente o totalmente eliminate.

Leggi anche:IDVD SCARICA

Psychovisual Enhancements: i miglioramenti psicovisuali poggiano sulla consapevolezza che in una scena l occhio umano cade su zone dell immagine, oggetti o personaggi con particolari caratteristiche ad es. Selezionando questa funzione la codifica rallenterà pochissimo ed il DivX sottrarrà dei bit alle parti meno osservate, per poi aggiungerli alle zone più sensibili all occhio umano.

Max Keyframes Interval: Come detto, il keyframe fotogramma chiave è l immagine dalla quale vengono poi calcolate le differenze archiviate nei frame successivi. Il DivX automaticamente pone un keyframe all inizio di ogni nuova scena. Come soluzione di compromesso è suggerito collocare un keyframe minimo ogni 20 secondi pari a fotogrammi se il video è PAL.

Source Interlace: Consente di selezionare il modo di visualizzazione del video originario, solitamente progressivo interlacciato se la sorgente è una immagine TV, da telecamera,.. Il DivX farà oscillare oculatamente la qualità tra i quantizzatori minimo e massimo, secondo le caratteristiche del video da comprimere. I valori impostati di default nelle opzioni di questo pannello sono quelli che danno migliori risultati in ogni occasione nel caso della codifica 1-pass quality based sarà impostato un solo quantizer col quale sarà compresso il filmato, quindi con qualità costante.

RC averaging period, frames controlla quanto velocemente il rate control non considera più i valori prima utilizzati, ovvero il numero di fotogrammi che il codec considera per allinearsi al bitrate impostato. L autore afferma che valori più alti migliorano le scene veloci. Si deve incrementare la velocità solo nel caso in cui si debba acquisire direttamente in DivX e non si disponga di un PC veloce. Per ottenere la massima qualità adoperare sempre slowest Postprocessing Settings 34 Sono i settaggi riguardanti la decodifica del filmato compresso visione.

Nella schermata principale troviamo due setteggi: Film Effect applica al video un effetto che rende la visione più cinematografica. Quality Level migliora l immagine aggiungendo particolari filtri: passando da MIN a MAX, prima viene inserito il De-blocking che sfuma i contorni dei macro-blocchi in cui è scomposta ed elaborata l immagine ; successivamente livello 5 e 6 viene inserito il De-ringing che tende ad eliminare il disturbo granuloso sui contorni dettagliati di oggetti o persone, aumentando ancor più la qualità.

Il valore consigliato del Quality Level è quindi MAX level 6 o comunque il più alto che garantisca fluidità al filmato nel caso in cui il PC sia non velocissimo. Smooth Playback: se attivato saranno utilizzate più risorse per la decodifica dei b- frame con uno scorrimento visuale più fluido; il suo uso è quindi raccomandato. YUV Extended Mode: se selezionato il codec tenterà d adoperare per la decodifica la veloce modalità colore YV12; deve essere sempre attivato.

Overlay Extended Mode: se attivato verrà usato l overlay sfumatura hardware della scheda video anziché l overlay software lento perché richiede molti calcoli del processore ; quindi va usato sempre. Double Buffering: selezionandolo verrà usato un doppio buffer memoria tampone nella quale vengono conservate informazioni che favorisce la fluidità del filmato; è bene attivare sempre il Double Buffering.

Psychovisual Enhanc. General Par. Scene change General Par. ON Lasciare Aspect Ratio invariato 4. Ne discende che quanti più minuti bisogna inserire in un determinato spazio più bisogna ridurre il bitrate, e quindi la risoluzione.

Il codec DivX utilizza in fase di decodifica visione , quando è ingrandita l'immagine per riempire lo schermo, una tecnica, detta overlay sfumatura , che attenua la differenza di qualità tra risoluzioni non molto diverse ed offre una buona visione anche a medie risoluzioni. La risoluzione finale del film, privato delle bande nere croppato , è l unico riferimento valido per questo calcolo.

Per ogni risoluzione, il bitrate oltre il quale la qualità di un film mediamente animato e con un giusto equilibrio di scene luminose e scure non migliora considerando video più lunghi di 20 minuti è dato dalla formula empirica Risoluz. Questa formula è valida per tutte le versioni DivX 5. Esempio: ho un film di 94 minuti ottimizzato per che voglio inserire in un solo CD Mb.

Per archiviare un DivX su un solo CD devo usare un bitrate audio non eccessivamente alto per il flusso MP3, 96 o kbps.


Articoli popolari: