Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

MUCO E SANGUE SCARICARE


    Cosa indica la presenza di muco nelle feci? Quali sono le cause? E se c'è anche sangue? È preoccupante? Ecco tutte le risposte in parole. Cosa significa la presenza di sangue nelle feci? E di muco? loro consistenza e da un aumento della frequenza di scarica dell'alvo intestinale. Aggiungo che, in seguito alla prima scarica avuta, ne è seguita, dopo una pallina di muco bianco-trasparente con alcune striature di sangue. Cosìè il Muco nelle Feci (Mucorrea)? Perché si Misura? Valori Normali. Cause e Interpretazione dei risultati: Quando preoccuparsi?.

    Nome: muco e sangue
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 31.69 Megabytes

    La defecazione segue un ritmo biologico periodico che nella maggior parte dei casi prevede una defecazione al giorno, con evacuazione di circa grammi di feci; si noti che quantità e frequenza sono fattori ampiamente variabili in base a numerosi fattori, prima fra tutte il consumo di fibra nella dieta.

    Vediamo adesso le caratteristiche più importanti delle feci e come la loro alterazione si associ a determinati disturbi e patologie. Da un punto di vista generale, se le feci mantengono un aspetto ed una consistenza normale e non espongono il paziente a difficoltà quali urgenza o difficoltà di evacuazione, ulteriori variazioni di frequenza sono ancora considerabili normali.

    La coprostasi è una conseguenza di condizioni quali: megacolon sia congenito che secondario , atonia del colon: la muscolatura del colon non si contrae efficacemente, il che produce una sorta di paralisi intestinale.

    Digestione inefficace: in questo caso le scariche sono frequenti e abbondanti con feci semiliquide.

    Anche qui il sintomo non deve destare preoccupazione, con questo tipo di diarrea il nostro amico continua ad essere allegro e giocoso ed apparentemente non sembra risentire del disturbo.

    Diarrea cronica cane Quali sono i sintomi della diarrea cronica nel cane? Per diarrea cronica del cane si intende un evento che o è persistente da oltre tre settimane oppure è recidiva ritorna con una certa frequenza ed in modo regolare.

    Le diarree acute del cane possono cronicizzarsi se vengono trascurate o non curate efficacemente. La diarrea nelle sue forme acuta e cronica insieme alla patologie cutanee del cane rappresentano una parte importante delle emergenze che si affrontano in un ambulatorio veterinario. Una piccola precisazione a riguardo della diarrea con sangue nelle feci del cane.

    Il vomito e la diarrea nel cane sono spesso sintomi compartecipi della malattia enterica del cane. Anche nel caso del vomito, come per la diarrea, prestiamo attenzione: vomito o rigurgito: il rigurgito non presenta sforzi nel cane conati ; tipo di vomito: cibo digerito, cibo non digerito, liquidi verdastri per la presenza di bile; quando vomita: prima o dopo un pasto; cosa ha mangiato quando vomita: vomito dopo un pasto, vomito dopo lo spuntino; alterazione appetito: dopo aver vomitato il cane mostra appetito o al contrario inappetenza; vomito e diarrea del cane hanno come conseguenza una cattiva digestione e come conseguenza un malassorbimento dei nutrienti a livello intestinale, tutto questo porta con se il dimagrimento del cane.

    Cause diarrea cronica del cane Sono diverse le cause della dissenteria del cane.

    Sia malattie primarie intestinali che colpiscono con maggior frequenza, che malattie sistemiche che incidono in modo minore possono scatenare la dissenteria. In questa condizione abbiamo un apparato immunitario che ha una reazione anomala nei confronti di particolari allergeni presenti negli alimenti.

    Un buon prodotto probiotico adatto ai cani farà cessare il fenomeno e compattare le feci. Alimenti complementari probiotici per cane con diarrea Florentero Act 30cpr. Di solito dovrebbe essere ml ogni chilogrammo di peso nelle 24 ore: ad esempio per un bambino di 10 kg sarebbe di 1 litro al giorno. Segnate con cura sulla apposita scheda la quantità di ogni bevanda soluzione reidratante, acqua, camomilla, té, ecc.

    Un'altro aspetto della cura della diarrea è la dieta.

    Vanno evitati i cibi di difficile digestione ad esempio il latte e i latticini fino a quando le feci non tornano quasi normali. La dieta migliore per il bambino che ha feci liquide è costituita dal riso, carne "bianca", tè. Un discorso a parte meritano gli antibiotici.

    Le feci: colore, muco e sangue. Quando preoccuparsi?

    Nella stragrande maggioranza dei casi non è necessario alcun antibiotico poiché la causa della diarrea o è un virus o un microbo non pericoloso. Nel caso delle enteriti da salmonelle comuni la terapia antibiotica oltre a non essere utile è anche dannosa perché aumenta il periodo durante il quale le salmonelle rimangono nell'intestino.

    Istruzioni per i genitori Conservate le feci del bambino affinché possano essere viste dal medico che potrà quindi capire meglio l'evolversi della malattia. Ho trovato sangue rosso vivo sia sulle feci, sia sul laterale del vater striscia di circa 4 cm. Nei giorni seguenti la quantita' di sangue e' diminuita, alcune volte non ho notato assolutamente nulla ma negli ultimi tre giorni da quando sto' assumendo tribif da mg le feci sono diventate durissime di colore marroncino nonostante mangio prevalentemente pastina a pranzo e panino la sera quindi molto sforzo e logicamnete sangue, tanti puntini di sangue rosso vivo intorno a diversi pezzi di feci.

    Infine per chiudere il mi stato clinico le dico che sono un tipo molto anzioso in trattamento da 8 anni con ansiolitici e antidepressivi anche se a dosaggi molto bassi e ultimamente molto nervoso, irrascibile e stressato.

    Per i genitori

    Mi scuso se sono sceso nei dettagli ma penso sia positivo per una migliore valutazione. Le chiedo quindi se, nonostante 2 colonscopie, 2 gastroscopie e visita proctologica tutte per lo stesso motivo eseguite negli ultimi anni, sia doveroso eseguire nuovamente una colonscopia o altro Vs.

    Capisco che la cosa migliore sia chiedere al mio medico, il quale conosce meglio la mia storia clinica ma a volte ci si puo' trovare il medico troppo superficiale o troppo scrupoloso. La sua diagnosi personale e obiettiva per me' e' importantissima. Grazie 42 [autore] Dr.

    Sindrome dell’intestino irritabile

    Íl sanguinamento é di tipo emorroidario. Certo non sono mai paragonabili al importanza e la colorazione che da una emorragia emorroidale. Proprio ieri pensavo, è proprio tanto tempo che non ho una emorragia emorroidale, e oggi tac, spingendo un po di più nella defecazione e dopo di essa ho cominciato a sgocciolare e creare un bel laghetto rosso!

    Purtroppo ho fatto 2 visite proctologiche è una colonscopia fatta 5 anni fa con esito negativo e senza biopsie in quanto ho le mie emorroidi interne nello stato di 2 grado e un prolasso retto mucoso. Nonostante cambiando l'alimentazione e facendo sport ogni tanto 1 o Max 2 volte l'anno ho queste fastidiose emorragie e dopo una forte defecazione ho piccoli problemi di ano umido con fuoriuscita di muco giallastro trasparente con colore delle feci.

    Ho 29 anni e il mio medico non mi segna un'altra colonscopia, ma mi spinge a fare l'intervento!! Posso star tranquillo sugli altri punti di vista diciamo pericolosi? Grazie mille per la sua disponibilità e il tempo che ci mette a nostra disposizione 44 Utente il Possibile che la ferita non sia marginata anche a distanza di un ora dalla defecazione?

    Se si pigia nella zona riesce un poco di sangue.


    Articoli popolari: