Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

FILE DA MEGAUPLOAD DOPO CHIUSURA SCARICARE

Posted on Author Tajas Posted in Multimedia


    Creato da, Kim Dotcom. Lancio, 21 marzo Stato attuale, chiuso. Modifica dati su Wikidata · Manuale. Megaupload è stato un sito web di file hosting internazionale, di proprietà di Da dicembre , il tempo di attesa prima di poter scaricare un file era stato ridotto a L'avviso apposto dall'FBI sul sito dopo la chiusura. Megaupload è uno dei più noti e più imponenti archivi di film, musica e pagare da gli utenti che vogliano scaricare più di un certo numero di file a In un comunicato pubblicato poco prima della chiusura, Megaupload. LA CHIUSURA DI MEGAUPLOAD HA SPINTO I PRINCIPALI SITI DI motori di ricerca, segnalata da Libertiamo, l´associazione di Benedetto Della Vedova. ieri nei social network dopo l'annuncio della chiusura di kurdistanonline.net (e solo per scaricare file che sono stati caricati dalla stessa persona". La rete si adatta in seguito alla chiusura di Megaupload: i servizi di file free) è mediafire, si riesce a scaricare a piena banda, con download anche multipli e da anni, mica come Rapidshare che, negli ultimi mesi prima della chiusura di.

    Nome: file da megaupload dopo chiusura
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 50.26 Megabytes

    Pag2 Megaupload, effetto valanga e implicazioni per il cloud Filesonic, Fileserve e VideoBB hanno disattivato lo sharing: effetto Megaupload? E' la dimostrazione che il cloud puro non è sicuro. Our service can only be used to upload and retrieve files that you have uploaded personally. If this file belongs to you, please login to download it directly from your file manager". Alcuni lettori, soprattutto via Twitter, mi hanno segnalato di vedere lo stesso avviso e che Filesonic ora si comporta come Dropbox ; altri pochi mi dicono di riuscire ancora a scaricare.

    Se ne sapete di più, segnalatelo nei commenti. L'articolo continua qui sotto.

    Errore su Mega? Ecco come risolverlo!

    Categoria: Internet Pubblicato: 12 Marzo Dopo la chiusura di Megaupload , pare che l'industria americana del copyright abbia intenzione di procedere sulla medesima strada, e punta Hotfile come prossimo obiettivo, una società con sede a Panama che svolge funzioni di hosting file. A fine febbraio, infatti, l'MPAA, rappresentante di numerose aziende americane che operano nel settore dell'intrattenimento, ha citato in giudizio Hotfile per favoreggiamento nella violazione del copyright e per aver tratto profitto da tale attività.

    Questa azione in realtà non è nuova, visto che già in passato Hotfile si era vista portare in giudizio con tali accuse, ma Hotfile si è sempre distinta, un po' come Megaupload, per la sua strenua difesa, sostenendo di essere coperta nella sua attività dal safe harbor garantito dal DMCA Section , spingendosi fino al punto di agire in giudizio contro la stessa Warner Bros , membro della MPAA, per aver abusato degli strumenti messi a disposizione da Hotfile.

    La Warner in giudizio ha dovuto ammettere l'abuso , giustificandosi sostenendo che fosse colpa di un bug dello script che utilizzavano per ripulire i server di Hotfile.

    E qui il parallelismo con Megaupload si fa più stringente, visto che Megaupload aveva citato in giudizio la Universal, membro della RIAA, per aver eliminato un contenuto un video su YouTube realizzato da artisti internazionali che elogiavano Megaupload come strumento per promuovere le loro opere del quale non detenesse i diritti.

    Sappiamo poi come è finito Megaupload, e che la chiusura del sito ha portato come prima conseguenza la cessazione di quell'azione legale.

    Le corrispondenze, poi, si fanno senz'altro più evidenti con la lettura delle accuse a Hotfile , a seguito della quale, pur senza voler entrare nel merito, alcuni dubbi sorgono. Hotfile viene descritto come un servizio costruito sulla violazione del copyright, specificamente realizzato per tale tipo di attività, al punto che numerosi suoi strumenti la facilitano.

    Il modello di business, quindi, sarebbe indistinguibile da quello di Megaupload. Caricare file su Hotfile sarebbe fin troppo facile, e gli utenti sono incoraggiati a caricare e promuovere in blog e forum contenuti "popolari" ed "interessanti", e scoraggiati invece dal caricare file che non sono scaricati frequentemente.

    Molti dei siti sui quali sono citati contenuti presenti in Hotfile sono, secondo l'accusa, dal loro stesso nome chiaramente dediti alla violazione del copyright "From their names alone, it is clear that a great many of link sites are devoted to copyright infringement" , come: currentmoviesnowplaying, free-albums, copymovie, amazingtv, ecc Il servizio, inoltre, non offre un motore di ricerca interno, cosa che, come per Megaupload, è ritenuto un modo per far apparire pulito il sito.

    Se almeno una volta hai messo piede in un cinema, non puoi non conoscere questi nomi.

    Sono i colossi che, ogni anno, ci regalano momenti indimenticabili. O indimenticabili flop. Il sito Hotfile, secondo loro, sarebbe da chiudere.

    Il nuovo sito, chiamato Mega , è stato aperto il 19 gennaio Sempre via Twitter , il trentottenne di origini tedesche ha contattato il Dipartimento di Giustizia americano e fatto sapere di essere disposto a tornare negli Stati Uniti di sua spontanea volontà, ma solo se il Governo USA riuscisse a garantirgli un processo equo, lo sblocco dei beni e il rispetto dei suoi diritti di cittadino.

    In caso contrario, l'unico modo per tornare negli States sarà attendere l'estradizione, che non potrà essere effettiva prima di agosto per dei vizi nel processo.

    Il processo chiave, che si doveva tenere il 6 agosto , è stato infatti ufficialmente rimandato dal giudice neozelandese prima alla primavera del a causa delle troppe irregolarità procedurali commesse dal Dipartimento di Giustizia americano e dall'FBI e successivamente in agosto in quanto il giudice neozelandese ha stabilito che la controparte mostri solo un riassunto delle prove contro Kim Dotcom.

    Il fondatore del file hosting Kim Dotcom tramite interviste rilasciate ha fatto sapere che Megaupload tornerà, più potente e più veloce del precedente.


    Articoli popolari: