Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

CONDENSATORE CALCOLO SCARICARE

Posted on Author Arakora Posted in Musica


    In elettrotecnica, la scarica di un condensatore in un circuito elettrico è il processo mediante il quale le cariche accumulate sulle armature di un condensatore si. La funzione tipica dei condensatori sia in tensione continua che in tensione alternata. Il tempo di scarica si calcola allo stesso modo: T = 5 R2 C. Calcolate la costante di tempo di un circuito resistore-condensatore (RC) del tempo necessario per caricare o scaricare un condensatore del 63,2% circa di Questa calcolatrice consente di calcolare l'energia (E) e la costante di tempo. Ciao ragazzi, ho problemi con il calcolo del tempo di scarica di un condensatore in un esercizio. Ho provato a svolgerlo ma non sono arrivato a nessu.

    Nome: condensatore calcolo
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 12.56 MB

    Voce principale: Condensatore elettrotecnica. In elettrotecnica , la scarica di un condensatore in un circuito elettrico è il processo mediante il quale le cariche accumulate sulle armature di un condensatore si disperdono nel circuito in seguito all'applicazione di una differenza di potenziale.

    La corrente elettrica e le leggi di Kirchhoff valgono esattamente solo quando le condizioni sono stazionarie, cioè quando le grandezze in gioco non dipendono dal tempo. Due di questi casi notevoli sono la scarica e la carica di un condensatore. Vediamo come variano nel tempo le grandezze in gioco.

    In questi condensatori le armature sono di alluminio o di tantalio. Su una delle armature, che poi dovrà essere sempre collegata al potenziale positivo, viene provocata per dissociazione elettrolitica la formazione di uno strato di ossido isolante dello stesso materiale e che quindi si comporterà come dielettrico.

    I condensatori elettrolitici sono polarizzati e quindi possono essere usati solo in corrente continua facendo attenzione a rispettare sempre la polarità che è indicata sul condensatore stesso.

    E' necessario, pertanto, fare sempre molta attenzione nel collegare i condensatori elettrolitici. La formula che permette di calcolare la capacità di un condensatore tenendo conto di questi tre parametri è la seguente:. La costante dielettrica dipende dal tipo di materiale usato come dielettrico. A titolo di esempio si riportano i valori di "costanti dielettriche relative " di alcuni materiali, in riferimento al vuoto che viene assunto a valore 1. Dalla formula si evince che maggiore è il valore della costante dielettrica, maggiore è il valore di capacità a parità di superficie e di distanza.

    Menu di navigazione

    Si evince poi che il valore della capacità è direttamente proporzionale alla superficie e inversamente proporzionale alla distanza. Anche i condensatori, come i resistori, possono essere collegati in serie o in parallelo al fine di ottenere valori specifici:. Se i condensatori in serie hanno tutti lo stesso valore di capacità, la capacità totale equivalente è:.

    I condensatori collegati in serie assumono tutti la stessa carica elettrica Q espressa in Coulomb indipendentemente dal valore della capacità, mentre la tensione che si determina ai capi di ogni singolo condensatore sarà inversamente proporzionale al valore di capacità del condensatore stesso, in quanto la tensione V è data dal rapporto trala Q e la capacità C:.

    La somma delle tensioni ai capi dei condensatori in serie, sarà uguale alla tensione totale applicata al circuito:.

    Quando la reattanza diviene molto elevata, il passaggio di corrente è talmente piccolo da considerare il condensatore come un circuito aperto, e quindi possiamo dire che il condensatore blocca le frequenze ad un certo valore di frequenza, in pratica si comporta come un filtro che lascia passare le frequenze oltre un certo valore, bloccando quelle al disotto dello stesso valore.

    Ed è proprio questo un altro utilizzo del condensatore, ovvero quello di filtrate i segnali elettrici. Il circuito più semplice di questo utilizzo è il filtro audio, non è difficile trovare condensatori in serie ad altoparlanti, proprio per filtrate le frequenze audio, ed evitare che giungano sull'altoparlante le frequenze non desiderate.

    Dalla figura ad inizio articolo, possiamo vedere che esiste il condensatore elettrolitico, il condensatore poliestere, il condensatore al tantalio, il condensatore ceramico.

    Carica-scarica di un condensatore

    L'elettrolitico spesso è polarizzato, quindi per il suo funzionamento si deve prestare attenzione alla polarità. I condensatori poliestere, hanno un capacità decisamente inferiore, possono arrivare al massimo a qualche uF, ma hanno una tensione di lavoro elevata, raggiungono tranquillamente i v. I condensatori ceramici, invece hanno tensione di lavoro bassa arrivano a 20v, e capacità ridotta, in genere nell'ordine del nanoFard nF , ma hanno una buona stabilità e tolleranza, quindi sono adatti nei circuiti dove è richiesta una buona recisone, tipo oscillatori ad alta frequenza.

    I condensatori al tantalio, possono essere polarizzati come gli elettrolitici, sono più precisi di un elettrolitico, sono più piccoli di un elettrolitico, e per questo raggiungono capacità inferiori, possono essere sostituiti agli elettrolitici, dove è richiesto poco ingombro, ma non sopportano elevati sbalzi di tensione, quindi non sono sicuramente adatti come stabilizzatori di tensione. Per questo motivo anche per i condensatori esistono dei codici per identificare i valori, e purtroppo questi codici sono pure variabili da costruttore a costruttore.

    Per quanto riguarda la capacità, il primo metodo è quello di stampare il solo valore della capacità, se troviamo solo il valore senza l'indicazione dell'unità di misura, allora quest'ultima è da intendere espressa in picofarad. Esempio un condensatore che riporta stampato 15, sarà da intendere di capacità uguale a 15 pF.

    Salendo ancora esempio Quindi 1u è 1uF mentre u1 diviene 0,1uF, in altri casi invece di scrivere l'unità di misura micro prima del valore, si utilizza mettere un punto al posto della u, quindi. Se voglio stampare 15nF che sono Con il secondo metodo, troveremo stampato n Con il terzo metodo troveremo stampato u22 o.

    E allora un condensatore siglato.

    Carica e scarica di un condensatore

    In fine, come per le resistenze, per alcune tipologie di condensatori, esiste il codice colori, e quindi anche qua avremmo una tabella per identificare i colori.

    Un ragionamento analogo si segue per quanto riguarda il processo di scarica del condensatore. Stavolta prendiamo in esame un circuito ancora più semplice del precedente: vi è un condensatore C , già carico, collegato ad una resistenza R.

    E' evidente che appena colleghiamo il condensatore alla resistenza questo si scarica su di essa. Percorrendo il circuito in un generico istante t, avremo:. Da questa, per ricavare Q in funzione di t ricorriamo al calcolo integrale:. Dunque la formula finale sarà:.

    Seguono immediatamente la funzione del potenziale:. Hits: Apprezzato:. Prima pagina Caricare document Cerca documento Contatto.

    Non ricordi la password? Carica-scarica di un condensatore Nel considerare circuiti RC circuiti composti, oltre che da resistenze, da condensatori , si va incontro a correnti variabili nel tempo.

    Consideriamo il circuito rappresentato in figura: R.

    Prima pagina. Caricare document. Cerca documento.


    Articoli popolari: