Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

CONDENSA CALDAIA SCARICA

Posted on Author Brazil Posted in Rete


    Oltre ad alcuni limiti riguardo lo scarico dei fumi esiste un altro aspetto da non sottovalutare dove scaricare l'acqua di condensa che produce la caldaia?. Tutte le caldaie a condensazione devono essere collegate ad uno scarico della condensa residua di combustione, in accordo con la norma. La caldaia che ho appena installato scarica la condensa nel pluviale tramite il passaggio di quest'ultima in un filtro (detto comunemente. Ecco la risposta di un esperto, sulla caldaia a condensazione, per il lettore In merito allo scarico dell'acqua di condensa, parlando sempre di.

    Nome: condensa caldaia
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 61.51 MB

    Smaltimento condensa caldaie NEWS Impianti di riscaldamento05 Agosto ore Apparentemente innocua, la condensa prodotta dalle caldaie è soggetta a complesse norme di smaltimento in Italia ed in Europa mirate alla sicurezza. Vincenzo Granato Lo smaltimento della condensa prodotta da generatori termici costituisce un problema non trascurabile per la salvaguardia dell'ambiente; la soluzione piu' comune per lo smaltimento della condensa, che ha un profilo acido, è il convogliamento della stessa condensa negli scarichi delle acque usate degli edifici, queste ultime generalmente, a causa della presenza di saponi e detergenti hanno un profilo di sostanze basiche che mediamente riescono a neutralizzare l'acidita' delle condense.

    L'aspetto più delicato e significativo delle caratteristiche degli scarichi delle condense è, dunque, costituito dal valore di pH, che in generale misura l'acidità di un sostanza; le norme, in ogni caso, vietano la possibilità di miscelazione della condensa con l'acqua potabile per la riduzione dell'acidità.

    L'evoluzione delle norme vigenti in materia ha intrapreso una strada complicata con indicazioni non semplici da attuare: su scala europea e nazionale esistono dei valori limite di caratteristiche fisiche e chimiche della condensa che potrebbero essere restrittivi per impianti particolarmente grandi come le centrali termiche condominiali, ed i piani di smaltimento delle condense dovrebbero essere regolati dalle regioni e nella maggior parte dei casi sono tralasciati.

    Scarico condensa nei sistemi fognari È bene sottolineare che per gli impianti di medie e piccole potenze, generalmente inferiori a 35 kW, mediamente, non sono presenti negli scarichi di condense contenuti elevati di sostanze particolarmente velenose, infatti in linea di massima ne è consentito lo scarico nei sistemi di raccolta delle acque fognarie e superficiali.

    Ecco la sua domanda e la risposta di un esperto del settore. Domanda: Ho un appartamento di 80 mq con riscaldamento autonomo. Si è rotta la caldaia era installata in cucina e, dovendola sostituire e avendo in precedenza letto su Cose di Casa delle nuove caldaie, ho chiesto al tecnico di mettermi un modello di caldaia a condensazione.

    Posso almeno capire — anche se in ritardo — cosa avrei dovuto fare?

    Pertanto, prima di procedere con la sostituzione, dobbiamo chiedere ad un installatore qualificato di appurare di che tipologia è il nostro attuale apparecchio e dove sta scaricando i prodotti della combustione: in un camino singolo, in un condotto dedicato oppure in una canna collettiva? La cosa strana, inoltre che ho comunicato anche al tecnico è un'altra.

    Dalla caldaia scende il tubo della condensa che va a scaricare in un pozzetto esterno e fin qui tutto bene , ho provato a mettere un contenitore tarato sotto l'uscita del tubo condensa nel pozzetto e questo si riempie fino ad 1 Litro di acqua in mezz'ora!!!!

    Vuol dire che in 24 ore mi fa fuori 50 Litri d'acqua!!! Ma stiamo scherzando???

    In pratica si tratta di costruire due sifoni uno per la caldaia e uno per lo scarico dei fumi. Le condense provenienti dai due sifoni devono poi confluire in un pozzetto che le raccoglie prima di essere scaricate nella fognatura. La norma UNI specifica quali devono essere le caratteristiche dell'impianto di scarico a cui l'installatore deve attenersi.


    Articoli popolari: