Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

SCARICARE IN LOCALE POSTA IMAP

Posted on Author Gomuro Posted in Rete


    Contents
  1. Archiviazione mail su server IMAP, come fare?
  2. POP e IMAP: che differenze ci sono e qual'è il migliore?
  3. Perchè consigliamo la configurazione IMAP?
  4. Archiviare la posta IMAP in locale rimuovendola dal server

Il protocollo IMAP ha il vantaggio di poter avere l'archivio di posta sempre disponibile, indipendentemente dal client con cui ci si collega. Sarebbe più conveniente fare un server locale che scarica la posta da internet e gli utenti in loco, lavorando in IMAP e lasciando la posta sul. Come creare, inoltre, con Outlook il backup di una casella IMAP le email sul server di posta, permettendo all'utente di scaricare di volta in. Molti fornitori del servizio email IMAP offrono caselle di posta che non di scaricare in locale le email più vecchie dal server IMAP in modo da.

Nome: in locale posta imap
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 41.24 MB

Naturalmente il motivo di questa scelta è quella di voler archiviare la posta su un altro personal computer. Quando si usa Outlook, messaggi di posta elettronica, calendario, e altri elementi, questi vengono salvati in un server della posta, nel computer locale o in entrambe le posizioni. Gli elementi di Outlook salvati nel computer sono conservati in un File di dati di Outlook.

Un file delle cartelle personali PST è un file di dati di Outlook in cui vengono memorizzati i messaggi e altri elementi contenuti nel computer. I file delle cartelle personali rappresentano il formato più usato da utenti privati o da organizzazioni di piccole dimensioni per salvare le informazioni di Outlook.

Per assicurarsi che nessuno abbia accesso ai file, immettere e confermare una password, quindi selezionare OK. I messaggi contenuti in un file. È possibile inoltrare, rispondere o cercare all'interno dei messaggi archiviati, come lo si fa per i messaggi normali. Esplorare e organizzare.

Creare una copia di backup della posta elettronica. Amplia le tue competenze su Office. Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche.

Questo comporta una serie di vantaggi, il primo dei quali è che, configurando tutti i dispositivi che utilizziamo con il protocollo IMAP , non dobbiamo preoccuparci più dei messaggi inviati. Ogni messaggio inviato verrà salvato nella cartella posta inviata del server e successivamente sincronizzato con tutti i dispositivi connessi. L'utente avrà quindi la possibilità di poter controllare, da qualsiasi dispositivo, tutti i messaggi di posta presenti nel suo account.

Un grande vantaggio, infine, dell'IMAP , è quello di non avere archivi separati per la stessa casella di posta elettronica.

Archiviazione mail su server IMAP, come fare?

Se si cancella un qualsiasi messaggio da una qualsiasi cartella, tale messaggio verrà cancellato in tutti i dispositivi, riducendo i tempi di gestione, controllo e pulizia delle caselle di posta elettronica. Uno svantaggio del protocollo IMAP è legato alla sincronizzazione.

In alcuni casi, inoltre, la presenza di email con allegati pesanti rallenta ulteriormente i tempi di attesa. Infine, va notato che utilizzando il protocollo IMAP , la casella di posta sul server non si svuota mai a meno che io non cancelli manualmente dei messaggi , ed è quindi facile riempirla e rischiare di non ricevere più messaggi di posta in caso di massima capienza raggiunta.

POP e IMAP: che differenze ci sono e qual'è il migliore?

Personalmente, utilizzo l'email principalmente per lavoro, e il vantaggio di avere tutti i messaggi di posta elettronica sincronizzati su tutti i dispositivi mi fa preferire il protocollo IMAP , che utilizzo da anni con grande soddisfazione. Ritengo che la scelta da adottare dipenda principalmente dal numero di dispositivi che si intende utilizzare con un account di posta e dalla necessità o meno di dover condividere un account email tra più utenti.

Per l'utilizzo di una casella email su un singolo dispositivo, il protocollo POP3 è da preferirsi per la maggiore velocità di utilizzo.

Negli altri casi, indico nella scelta del protocollo IMAP la scelta più funzionale. Tale scelta è, ovviamente, fortemente dettata dalle esigenze dell'utente, che sono di volta in volta diverse.

Da notare che l'utilizzo del protocollo IMAP prevede una maggiore attenzione da parte dell'utente, perchè se un messaggio viene cancellato da un dispositivo, la cancellazione, per effetto della sincronizzazione, avrà effetto su tutti gli altri dispositivi. Per configurare correttamente un client di posta per il tuo account di posta elettronica devi conoscere i parametri di configurazione, che ti vengono forniti dal provider che hai scelto.

Elenco, qui di seguito, una serie di link alla configurazione dei client di posta elettronica per i principali provider di servizi di posta:. Se utilizzi un indirizzo email di altri provider o un indirizzo email aziendale del tipo tuodominio. L'utente medio tende ad utilizzarlo come lo trova, cioè nella modalità online e pertanto osserva una certa lentezza dovuta alla trasmissione dati attraverso la rete internet per raggiungere il server remoto. Da quanto ho letto questi client grafici supportano bene per la casella di posta locale il formato "MH".

Soluzione testata: un ulteriore script che copia la directory scaricata e la converte da formato maildir a formato MH. Almeno per la lettura dei messaggi non ci sono problemi.

Perchè consigliamo la configurazione IMAP?

Unica pecca è l'aggiunta da parte di entrambi i client di alcune directory in più, directory solo interne al client comunque, del tipo "posta in arrivo" "trash" "inviata", che non servono perchè già la struttura dell'albero ottenuto via imap contiene le sue directory trash spam inbox sent draft ecc ecc.

Ad ogni modo quelle create dal client non danno troppo fastidio Probabilmente questo si riesce ad ottenere con qualche filtro interno al client forse.

Se voglio mantenere l'approccio IMAP, ovvero tutte le modifiche apportate alla casella locale dovrebbero poi ritrovarsi su quella remota, come se accedessi al server IMAP in modalità "online" In pratica si dovrà riconvertire la casella in formato MH sulla quale si lavora col client, in formato maildir e copiarla nella directory impostata in isync, in modo che facendolo girare nuovamente digerisca senza problemi il "suo" formato maildir, e le modifiche locali vengano apportate anche al server remoto.

Quindi creando una directory o spostando dei messaggi nella casella in locale, quando in seguito si fa girare mbsync, questo propagherà le modifiche dallla casella locale "slave" a quella remota "master", ovviamente tutto via IMAP.

Archiviare la posta IMAP in locale rimuovendola dal server

Ho testato la cosa con un account "gmx punto com" e claws-mail, e funziona abbastanza. Nella prova che ho fatto purtroppo la maildir locale viene "sporcata" con una nuova subdir chiamata "queue" e presumibilmente utilizzata per accodare temporaneamente i messaggi in uscita.

Evidentemente claws-mail vuole la sua con la q minuscola Alla fine la configurazione non è stata banale, ho dovuto leggere un po' di documentazione e cercare in rete, ho chiesto anche su LQ dove mi hanno dato questo spunto.


Articoli popolari: