Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

CAPACITIVA PECO SCARICA

Posted on Author Fenrizuru Posted in Sistema


    Ciao a tutti, ho letto che per migliorare il funzionamento degli scambi peco è possibile uilizzare la scarica capacitiva, come si procede??? Un'altra domanda​. kurdistanonline.net › forum › viewtopic. Buongiorno vorrei sapere se esistono moduli a scarica capacitiva per azionare motori per scambi Peco già pronti e se sarebbe corretto inserirli. Per i motori peco servono decoder a scarica capacitiva in quanto cucciano parecchia corrente. Fondatore e amministratore di DCCWorld.

    Nome: capacitiva peco
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 33.70 MB

    L'importo è soggetto a modifica fino al momento del pagamento. Per ulteriori informazioni, vedi i termini e le condizioni del Programma di spedizione internazionale- si apre in una nuova finestra o scheda Questo importo include i costi applicabili per spese doganali, tasse, intermediazioni e altre tariffe.

    Per ulteriori informazioni, vedi i termini e le condizioni del Programma di spedizione internazionale- si apre in una nuova finestra o scheda Consegna: Varia Pagamenti: Le spese di spedizione internazionale e di importazione vengono pagate a Pitney Bowes Inc.

    Ulteriori informazioni- si apre in una nuova finestra o scheda Eventuali spese di spedizione internazionale e di importazione vengono pagate in parte a Pitney Bowes Inc. Ulteriori informazioni- si apre in una nuova finestra o scheda Le spese di spedizione internazionale vengono pagate a Pitney Bowes Inc. Ulteriori informazioni- si apre in una nuova finestra o scheda Eventuali spese di spedizione internazionale vengono pagate in parte a Pitney Bowes Inc.

    Oggetti correlati sponsorizzati.

    Generalmente i motori di questo tipo vengono azionati dalle bobine percorse da corrente alternata, che come sappiamo inverte il suo senso volte al secondo, facendo in modo che s'inverta anche il senso del campo magnetico che generano.

    Ora il nucleo di ferro che risente di quel campo magnetico, tende anch'esso a magnetizzarsi, ma siccome il senso del campo s'inverte molto velocemente, ad ogni magnetizzazione corrisponde anche una smagnetizzazione, che, molto semplicemente, fa in modo che col passar del tempo il nucleo si mantenga sostanzialmente smagnetizzato. Altro discorso è, invece, l'uso di corrente continua, che per il fatto di non invertirsi tende a far in modo che il nucleo, una volta finita l'azione della corrente che lo sposta, mantenga una piccola frazione di quel campo, restando magnetizzato in un senso ben preciso.

    La cosa è sensibilmente diversa con l'azionamento a scarica capacitiva, poiché la corrente che percorre le bobine ha un andamento diverso da quello che avrebbe in corrente continua, anche se il tutto è alimentato in continua, o comunque con corrente unidirezionale.

    E non so quante locomotive dovrei predisporre: volendo la massima disponibilità, vorrei equipaggiare sia vapore che Diesel: 15 macchine. Il "circuito di binario" col trasformatorino per triac ha il problema di ingombro e conseguente costo. Siccome potrebbe essere necessario usarne 3 per scambio, ci sarebbe il problema "dove metterli?

    Giusto per dire: "ci sono riuscito". Ho circa un centinaio di pezzi, alcuni fatti da me: oltre alla cabinata, finiti sono un carro LL alte sponde a lungo passo delle FS e un carro G chiuso non per derrate in vero legno della fu Società Veneta Ferrovie.

    Tieni conto che sono in N. Poi ho recuperato altri carri. Non so se ricordi la serie "locomotive del mondo" di Del Prado: una, una Diesel spagnola, l'ho motorizzata con una meccanica di una americana. Curiosamente, anche la locomotiva spagnola è di progetto americano.


    Articoli popolari: