Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

DI UN ELETTROSCOPIO SCARICARE

Posted on Author Faugami Posted in Software


    Per scaricare l`elettroscopio è sufficiente toccarlo con un dito collegandolo a terra per mezzo del corpo; operazione che da esiti diversi se per. L'elettroscopio è un apparecchio che permette di stabilire se un corpo è carico elettricamente. Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. elettrizzare per strofinio una bacchetta di plastica con un panno di lana oppure Avvicinando la bacchetta alla testa dell'elettroscopio, le foglioline tendono a. La ionizzazione dell'aria con l'elettroscopio di Wulf La velocità di scarica veniva considerata un indice dell'intensità della radiazione.

    Nome: di un elettroscopio
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 43.37 MB

    L' elettroscopio è un apparecchio che permette di stabilire se un corpo è carico elettricamente. Si tratta quindi di un rivelatore di carica. L'apparecchio fu messo a punto da Alessandro Volta anche se è invece stato recentemente riconosciuto il diritto d'invenzione a Tiberio Cavallo verso il L'elettroscopio è costituito da un pomello conduttore collegato a due sottili lamine metalliche chiamate "foglioline" solitamente d'oro che sono racchiuse in un recipiente di vetro per isolarlo.

    Avvicinando al pomello metallico un corpo caricato elettricamente, ad esempio una bacchetta di plastica strofinata con un panno di lana , si vedranno le due lamine divergere. La vicinanza del corpo elettricamente carico produce un fenomeno fisico detto induzione elettrostatica.

    Elettroscopio

    Eliminando il contatto e successivamente allontanando la bacchetta si osserva che gli elettroscopi si sono caricati di segno opposto l'uno rispetto all'altro. Ubicazione: lab. La distanza fra i dischi, sorretti da colonnine isolanti, è variabile.

    All'interno del pozzetto è possibile inserire una sfera carica. Per induzione le pareti interne del pozzetto si caricheranno di segno opposto della sfera e di conseguenza, essendo il recipiente isolato da terra, le pareti esterne si caricheranno dello stesso segno.

    Scaricando a terra le pareti esterne del pozzetto questo risulterà scarico. Se si toglie la sfera dal pozzetto,l'elettroscopio tornerà di nuovo a rivelare una presenza di cariche. All'interno di questa non vi sono effetti dovuti a campi elettrostatici esterni né al caricamento della gabbia stessa.

    La scoperta e le prime misure

    La gabbia viene caricata da un generatore elettrostatico mentre l'elettroscopio all'interno non rivela alcuna presenza di cariche. E' possibile inoltre utilizzare un secondo elettroscopio collegato elettricamente all'esterno della gabbia per rivelarne la carica. Elettrizzando con un panno di lana il piatto di plexiglass, questo risulterà carico positivamente. Appoggiando successivamente il disco mobile su di esso, la superficie del disco più vicina al plexiglass si caricherà negativamente, mentre la superficie più lontana risulterà carica dello stesso segno del plexiglass.

    Viceversa, lasciando il disco mobile sopra il plexiglass elettrizzato e collegando elettricamente la superficie del disco superiore con la terra, il disco, allontanato dal plexiglass, risulterà carico negativamente. Tra i due cilindri è posto un nastro di gomma morbida che scorre verso l'interno di una sfera conduttrice posta nella parte superiore.

    Il nastro è azionato da un piccolo motore elettrico. Il nastro si carica per strofinio scorrendo contro i cilindri. Le cariche, trasportate all'interno della sfera, sono raccolte su di essa per induzione.

    Se poi il filo di rame viene toccato da un corpo neutro, ad esempio la nostra mano, vedremo le lamelle tornare nella posizione iniziale. Il principio e il funzionamento è uguale anche nel caso in cui venga usato un piezoelettrico. La carica in questo caso non sarà creata dallo strofinio della bacchetta sulla lana ma dalla differenza di potenziale che si crea all'interno del piezoelettrico dopo la deformazione meccanica compressione di un particolare cristallo. Nel caso della bacchetta le lamelle resteranno aperte per poco tempo, a causa delle poche cariche accumulate.

    Nel caso del piezoelettrico le lamelle resteranno aperte a lungo poiché si genera una grande quantità di cariche.

    View the discussion thread. Salta al contenuto principale.

    Tu sei qui Home. Elettroscopio a lamina di alluminio Slideshow Video.

    L'elettroscopio a foglie: come costruirlo?

    Tab Esperimento: Video. Francesco Ferrari. Elettrizzazione per contatto. Da costruire.


    Articoli popolari: