Kurdistanonline.net

Kurdistanonline.net

VIDEO DI YURI CHECHI SCARICA

Posted on Author Maushakar Posted in Ufficio


    Scopri le foto e immagini di notizie editoriali stock perfette di Jury Chechi su Getty Images. Scarica immagini premium che non troverai da nessuna altra parte. Jury Chechi (Prato, 11 ottobre ) è un ex ginnasta italiano. Dominatore della specialità Dopo aver partecipato alle Olimpiadi di Seoul del , Chechi si è rivelato nel con Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. Data/ora pubblicazione: 26 lug Sei in: Home > Fai della Paganella > Altopiano > Yuri Chechi Testimonial VIDEO: Finale di Atene , riviviamo le emozionanti immagini di una prestigiosa.

    Nome: video di yuri chechi
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 21.34 Megabytes

    Persona disponibile ed eclettica ha da sempre contribuito a far crescere l'immagine del nostro paese, sia attraverso contatti, sia consigliando attività, sia impegnandosi in prima persona a seguire i corsi di ginnastica.

    Personalità forte e orientata ha una notevole influenza nei bambini che vedono in lui un idolo sportivo corretto e positivo. Nel corso degli anni i rapporti con Yuri Chechi hanno fatto crescere il movimento ginnico a Fai della Paganella, attarverso i Camp Estivi che solitamente sono organizzati per l'inizio e la fine della stagione estiva e hanno finora visto la presenza di circa un migliaio di ragazzi sia trentini che di altre regioni.

    Da bambino, piccolo di statura e magrolino, non è certo dotato di un fisico che fa presumere una carriera sportiva. Nel , Jury centra il primo di una serie innumerevole di successi, si piazza al primo posto del Campionato Regionale Toscano. Nel entra nel giro della nazionale juniores di ginnastica e si trasferisce a Varese per allenarsi nella palestra della gloriosa Società Ginnastica Varesina e si specializza nella disciplina degli anelli. Dal al , sotto la guida del suo allenatore Bruno Franceschetti, vince 6 titoli italiani consecutivi, i Giochi del Mediterraneo, le Universiadi, 4 titoli europei e 5 titoli mondiali.

    La campagna avrà come principale veicolo di trasmissione la radio, ma sono stati registrati alcuni spot video ed ovviamente una serie di materiale grafico.

    Scarica le registrazioni integrali. Paola Saluzzi è il volto della nuova campagna istituzionale.

    Successivamente conduce, dal e per quattro anni, la trasmissione Rai Uno Mattina con Luca Giurato, firmandola anche come autrice. Attualmente è presente, come ospite o conduttrice, in vari programmi e manifestazioni.

    Queste vittorie, le prime per un atleta italiano dai tempi di Franco Menichelli gli fanno valere il soprannome di Signore degli Anelli che, riferendosi agli strumenti atletici, parafrasa il titolo del famoso romanzo di Tolkien, di cui ha dichiarato essere appassionato. Tale sopranome pertanto, i giornalisti l' hanno attribuito anche ad altri atleti come il bulgaro Jovtchev e il greco Tampakos. Nel è il grande favorito per la gara degli anelli alle olimpiadi di Barcellona ma, circa un mese prima delle gare, si rompe il tendine d'achille durante un allenamento.

    Jury non si perde d'animo, va a Barcellona a commentare le gare di ginnastica per la televisione e, una volta guarito, ritorna ad allenarsi e a vincere. Nel arriva alla vigilia delle olimpiadi di Atlanta in piena forma ed è ancora l'uomo da battere. Questa volta nulla va storto e Jury riporta in Italia un oro olimpico nella ginnastica artistica per la prima volta dal , quando Menichelli vinse a Tokyo nel corpo libero.

    Nel Jury annuncia il ritiro ma due anni dopo decide di tornare alle gare. Nel un altro grave infortunio, la rottura del tendine brachiale di un bicipite, interrompe la sua preparazione per le olimpiadi di Sydney e questa volta il campione toscano sembra deciso al ritiro definitivo.

    Nella finale olimpica di specialità degli anelli del 22 agosto , Jury Chechi conquista un'inaspettata medaglia di bronzo; alla giuria, davanti alle televisioni, indica che il vero vincitore della gara avrebbe dovuto essere il bulgaro Jovtchev, arrivato secondo, e non il greco Dimosthenis Tampakos, ginnasta di casa, il cui esercizio era stato caratterizzato da numerose imperfezioni.


    Articoli popolari: